Risultati per: “Massimo Uberti” …

I martedì critici – Massimo Uberti

MASSIMO UBERTI

10 dicembre 2013, h. 20.00

Museo Pecci, Milano

a cura di Alberto Dambruoso e Stefano Pezzato

con la collaborazione di Sara De Chiara

Ospite del terzo appuntamento de I Martedì Critici al Museo Pecci di Milano è Massimo Uberti (Brescia, 1966). Alla fine degli anni Ottanta Uberti è a Milano, dove partecipa alle attività dello spazio di via Lazzaro Palazzi ed è redattore della rivista “Tiracorrendo”.  Dopo una formazione come pittore, Uberti è passato alla fotografia, fino a trovare la sua peculiare cifra stilistica nell’uso del neon, strumento essenziale per presentare la ricerca dell’artista sullo spazio.  Elementi costitutivi del suo lavoro sono forme semplici, simmetriche, estrapolate dalle architetture reali e sottoposte a un processo di riduzione.  Fonti di ispirazione per molte opere dell’autore sono i disegni di città ideali, realizzati nel corso della storia; città utopiche, raramente portate a compimento, le cui linee, che ne tracciano i contorni e le strade, corrispondono a misteriose geometrie, spesso provenienti dalle carte del cielo. Queste mappe sono state tradotte da Uberti in motivi di tappeti e in installazioni luminose, in cui tubi di neon scandiscono il ritmo della città, conservando il senso enigmatico che ne ha generato il pensiero, come l’installazione site-specific Dreams of a Possible City – Tendente infinito, che illumina il Chiostro della Magnolia della Fondazione Stelline a Milano.

Risultato di una sottrazione di materia, fino a raggiungere l’espressione di essenzialità, di leggerezza, le architetture di neon articolano lo spazio in maniera inedita, mettendo in crisi concetti usuali di esterno e interno, di pieno e di vuoto. Come suggerisce una scritta realizzata per il cortile esterno del Museo Pecci di Milano, i neon di Uberti creano uno “Spazio Altro” .

Tra le principali esposizioni personali di Massimo Uberti, ricordiamo Il trillo del diavolo e Signori si chiude!, Spazio di via Lazzaro Palazzi, Milano, 1990 e 1991; La ricchezza, a cura di S. Risaliti, Accademia di Belle Arti di Brera, Milano, 1994; Maestà dell’invisibile, a cura B. di Della Casa, Veragouth Arte Contemporanea, Lugano, 1996; Città invisibile, a cura  di B. Della Casa, Istituto d’Arte Depero, Rovereto, 1997; Dessin du Dessin.Vetrines du hall, École des Beaux Art, Valenciennes, 1998; Abitare,Care/Of, Cusano Milanino, Milano, 1999; Lucedòro, a cura di P. Magni,Complesso monumentale di San Salvatore in Lauro, Roma, 2001; Gate nowopen, N.O. Gallery, Milano, 2008; NEVER OFF, Galleria Spazioborgogno,Milano, 2011; Annottazioni e mancate risposte, con Emanuele Becheri, a cura di M. Panzera, Galleria aplusbcontemporary Brescia e Linee di costruzione, Gall. Nilufar, Palazzo Durini, Milano, 2012.

Tra le recenti mostre collettive ricordiamo: Arte e Altro, a cura di R. Siligato, L. Pratesi, Palazzo delle Esposizioni, Roma, 1993; Campo, a cura di F. Bonami, Biennale di Venezia, 1995; Generazione Media, Palazzo della Triennale, Milano, 1998; Uberti ha rappresentato l’Italia alla mostra Ev+A 2003, a cura di V. Perez-Ratton, City Gallery of Art, Limerick Irlanda; Filoluce, a cura di R. Ferrario, Museo della Permanente, Milano, 2005; Intangibile Routes in Estrecho Dudoso, a cura di V. Perz-Ratton, T. Diaz, Museò de Diseno y Arte Contèmporaneo, San Josè, Costa Rica, 2006; Altra natura, a cura di S.Pezzato, Spazio Pecci, Milano, 2011; Neon, la materia luminosa dell’arte, a cura di B. Pietromarchi, D. Rosenberg, Macro, Roma, 2012 e la mostra attualmente in corso al Museo Pecci di Milano, Parole, parole, parole..

Contrassegnato da tag , , , , ,

mostre

 Arrica 
Simone Pellegrini – Jorge Mayet

inaugurazione: 17 maggio 2017, ore 18.30
Montoro12 Contemporary Art
Via di Montoro 12, 00186 Roma

La mostra di Simone Pellegrini è curata da Alberto Dambruoso​

Probabilmente non è molto diversa la sensazione di colui che per primo si era trovato a dover decifrare la scrittura geroglifica contenuta nei papiri egizi da quella della persona che vede oggi per la prima volta un’opera di Simone Pellegrini. Non lo è per almeno due motivi: il primo è che la sua arte sembra non appartenere non solo al nostro tempo ma a qualsiasi idea di tempo, come se fosse precipitata da un’altra civiltà nella nostra o appartenga a una civiltà appena scoperta e di cui Pellegrini è il primo rappresentante. Il secondo motivo è dato da quel carattere di enigmaticità rappresentato dagli elementi fitomorfi e antropomorfi che popolano le sue opere, le quali necessitano, al pari di quelle egizie, di essere codificate e decriptate.
La pittura di Pellegrini è costituita da un universo di segni e di forme arcaicizzanti che definiscono e circoscrivono la sua ricerca che, fin dagli inizi, si è concentrata su questo vocabolario segnico, evolutosi nel tempo attraverso continue metamorfosi all’interno dello schema compositivo.
Uniche nel panorama artistico internazionale, le sue opere, rigorosamente “stampigliate” attraverso matrici di carta da spolvero per mezzo di uno martelletto in acciaio appositamente costruito da un fabbro e trasferite su supporti a loro volta cartacei, ci parlano fondamentalmente della sua personale visione dell’uomo e del mondo.
Quelle di Pellegrini sono in sostanza immagini che nascono dalla sua mente immaginifica e che, una volta trasferite sulla carta, fanno immaginare lo spettatore. Apparentemente riconducibili al regno del surreale, sono opere in realtà fortemente ancorate alla terra, come dimostra la ristretta gamma di colori naturali presenti nella sua tavolozza (ocra, rossi, neri).
Il suo modus operandi riflette da sempre il suo profondo bagaglio umanistico: artista colto e assiduo lettore di saggistica (spesso disegna sulla prima o sull’ultima pagina dei libri letti, facendoli diventare così delle opere d’arte), di letteratura, di filosofia e di psicoanalisi (soprattutto Lacan), Pellegrini affronta ogni ciclo pittorico attraverso il portato della conoscenza acquisita, in modo estemporaneo ma anche riformulando pensieri e riflessioni, attraverso una messa in discussone dei testi già studiati.
Nell’ultima serie di opere, presentata in mostra, dal titolo “Arriaca”, Pellegrini ha affrontato un tema di grande attualità: l’incontro su una terra comune tra popoli con differenti credo religiosi.
Arriaca, in spagnolo “Fiume di sassi”, è il nome originario della città di Guadalajara, l’avamposto più a nord della penisola iberica che fu uno dei primi luoghi d’incontro in Occidente tra le religioni ebraica, cristiana ed islamica. A Guadalajara era nato intorno al 1250 Moshe da Leon che gli storici indicano come colui che scrisse lo Zohar, conosciuto anche come “Libro dello splendore”, uno dei più noti testi profetici ebraici, il più importante della tradizione cabalistica. La convergenza tra la cultura iconica occidentale e quella aniconica islamica ed ebraica è ciò che Pellegrini ha inteso rappresentare in questa nuovo ciclo, che egli stesso definisce come una “frontiera estetica”. Sempre Pellegrini scrive riguardo ai lavori in mostra: “oggi la mia opera è un nodo che si stringe su questo incontro”. Si assiste, dunque, in questi lavori, a quell’incontro-scontro tra culture diverse che, come nei riti d’iniziazione arcaica, prevede crudeli lotte tra le diverse forze scese in campo. Forme umane primordiali attorcigliate fanno la loro apparizione sul terreno in cui si gioca la battaglia tra elementi aniconici provenienti dalla cultura islamica ed ebraica e iconografie di derivazione cristiana – occidentale. “ Il campo” – scrive l’artista – “è lacerato da queste due tensioni: quella della rappresentazione e quella dell’indicibile poste contemporaneamente sullo stesso piano”.
Scriveva Cassirer in “Tre studi sulla forma formans. Tecnica – Spazio – Linguaggio”: “[la filosofia] deve risalire molto indietro; deve cercare di ritornare fino ai primi inizi nei quali per l’uomo si schiude per la prima volta il segreto della forma; nei quali tale segreto comincia a chiarirsi per l’uomo quando pensa e si affaccenda, anche se in un primo momento più per nasconderglisi che per rivelarglisi, per presentarsi a lui solo come misteriosa penombra, nel crepuscolo dell’immagine magico – mitica del mondo”.
Ecco, a mio avviso Pellegrini piuttosto che proiettarsi nel caotico flusso delle forme contemporanee, alla Hirst, Cattelan, Koons e altri artistar del contemporaneo, compie un passo indietro nella storia, alla ricerca dell’originario da cui tutto si è sviluppato. È ancora Cassirer, nello stesso saggio precedentemente citato, a sostenere che: “[…] sia nel comportamento magico, sia in quello tecnico l’uomo non ha già una forma determinata del mondo, ma che egli piuttosto deve dapprima creare questa forma e deve trovarla percorrendo strade diverse”.
Penso siano proprio queste le tante strade diverse che ha percorso finora Pellegrini e che l’hanno portato oggi fino ad Arriaca. Da domani riprenderà il suo viaggio alla ricerca di nuovi territori in cui far emergere sempre nuove vitalistiche arcane forme primigenie.

Alberto Dambruoso.

 

Maggiori info sulla pagina Facebook dedicata all’evento.


I Martedì Critici in mostra

ANNI Zero – 2017. Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità artistica

seconda parte

a cura di Alberto Dambruoso

dal 7 al 23 febbraio 2017

Temple University Rome, Roma

opening martedì 7 febbraio ore 19


Sette anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.

Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.

Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Cinque mostre, quattro delle quali già ospitate negli spazi della Temple University Rome, stanno presentando un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 al 2016. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.

Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Dopo i primi quattro appuntamenti, che hanno attraversato gli anni ’60,’70, ’80, ’90 e anni Zero, un ultimo appuntamento viene racchiuso nel titolo “Anni Zero – 2017. Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità”, con opere di Paolo Angelosanto, Angelo Bellobono, Simone Bertugno, Alessandro Bulgini, Danilo Bucchi, Lucilla Catania, Octavio Floreal, Raul Gabriel, Riccardo Murelli, Giacinto Occhionero, Daniela Perego, Luana Perilli, Lucio Perone, Peppe Perone, Donato Piccolo, Daniele Puppi, Pietro Ruffo, Delphine Valli e Antonello Viola.

Nel corso dell’inaugurazione verrà presentato il gemellaggio tra le Associazioni culturali I Martedì Critici e Hidalgo Associazione culturale che si sono recentemente unite al fine di promuovere congiuntamente iniziative culturali in Italia.

Associazione culturale I Martedì Critici
tel. +39 339 7535051
info@imartedicritici.it
www.imartedicritici.com
Temple University Roma
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15
orari di apertura:
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00
tel. 06 3202808
Per ulteriori informazioni:
Shara Wasserman
Direttrice, Gallery of Art
tel. + 39 347 7436067
Media partners: Marica Messa
Sponsor: Spedart

Segui l’evento sulla pagina ufficiale de I Martedì Critici su Facebook!


 I Martedì Critici in mostra

ANNI Zero – 2016. Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità artistica

Prima parte

a cura di Alberto Dambruoso

Inaugurazione:
8 Novembre 2016, ore 19.00
Gallery of Art at Temple University Rome

dal 8 Novembre al 1 Dicembre 2016

Gallery of Art at Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15, 00196, Roma
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00
ingresso gratuito
info: 06.3202808

Sei anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.

Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.

Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Cinque mostre, quattro delle quali già ospitate negli spazi della Temple University Rome, stanno presentando un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 al 2016. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.

Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Dopo i primi quattro appuntamenti, che hanno attraversato gli anni ’60,’70, ’80 ,’90 e anni Zero, un ultimo appuntamento viene racchiuso nel titolo “Anni Zero – 2016. Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità”, con opere di Manfredi Beninati,  Antonio Biasiucci, Francesco Cervelli, Alberto Di Fabio, Mauro Di Silvestre, Flavio Favelli,  Goldshmied & Chiari, Andrea Mastrovito, Matteo Montani, Alessandro Piangiamore, Simone Pellegrini, Federico Pietrella, Roberto Pietrosanti, Giuseppe Pietroniro, Pierluigi Pusole,  Bernardi Roig, Arcangelo Sassolino.

Segui l’evento sulla pagina Facebook de I Martedì Critici!

Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15
orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 19.00
sabato e domenica su appuntamento
tel. 06 3202808
Shara Wasserman Direttrice Gallery of Art
cell: 347.7436067
Sponsor:
Spedart Srl
Media Partners:
ARTRIBUNE
Marica Messa

I Martedì Critici in mostra

ANNI ’90/Zero. Narrazioni, alterazioni, contaminazioni: dentro e oltre il reale

a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

Inaugurazione:
il 16 Febbraio, ore 19.00
Gallery of Art at Temple University Rome

dal 16 Febbraio al 4 Marzo 2016

Gallery of Art at Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15, 00196, Roma
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00
info: 06.3202808

Cinque anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.

Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.

Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Quattro mostre, ospitate negli spazi della Temple University di Roma, stanno presentando un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 al 2015. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.

Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Dopo i primi tre appuntamenti, che hanno attraversato gli anni ’60,’70, ’80 e ‘90, un penultimo appuntamento viene racchiuso nel titolo “ANNI ’90/Zero. Narrazioni, distorsioni, contaminazioni: dentro e oltre il reale”, con opere di Bianco-Valente, Botto e Bruno, Loris Cecchini, Marco Colazzo, Maurizio Donzelli, Paolo Grassino, Piero Mottola, Marco Neri, Adrian Paci, Claudia Peill, Perino e Vele, Cristiano Pintaldi, Andrea Salvino, Sandro Sanna, Maurizio Savini.

Se c’è una prima caratteristica che balza all’occhio, osservando quegli artisti affermatisi tra gli anni ’90 e gli anni Zero, si tratta forse della progressiva attitudine a procedere in solitudine, oltre le logiche comunitarie. La progettualità condivisa, come orizzonte  umano e creativo, perde la sua naturale urgenza: non si scrivono più manifesti, nascono sempre meno gruppi, non emergono più movimenti solidi e riconoscibili. Dopo l’esperienza di Lazzaro Palazzi, è giusto il Progetto Oreste (1997- 2001) a tenere viva – in una chiave aperta, fluida, digitale e dinamica – l’idea di collaborazione ed esperienza comune. Con una modalità inedita, estesa e plurale, oltre i luoghi specifici e le identità chiuse. Sono del resto gli anni di Luther Blisset e della rivoluzione informatica.

In questo scenario, tra solipsismi emergenti e vecchi codici che resistono (una su tutti la decisiva influenza dell’Arte Povera), la linea italiana fa fatica a produrre nuove specificità e a conquistare autorevolezza internazionale: una situazione destinata a perdurare. E intano si intrecciano in maniera indifferenziata i linguaggi, gli approcci, i medium, tra pittura e scultura di matrice figurativa, video arte sempre più sofisticata, fascinazione per i nuovi media, direzioni politico-sociali, formule narrative, alterazioni di spazi di natura e architettura.

Così convivono, ad esempio, la figurazione pop, variopinta e frammentata di Marco Colazzo e le strutture abitative di Marco Neri, affidate a una sintesi pittorica radicale; le pagine di cronaca riportate su tela da Andrea Salvino, con il suo realismo pregno di memorie ideologiche e suggestioni sociologiche, e gli scampoli mediatici restituiti da Cristiano Pintaldi, con le sue armonie di pixel in forma di volti immateriali; fino a ricerche come quella di Maurizio Donzelli, rivolte a un’astrazione che gioca con la luce, la trasfigurazione delle forme e la natura del colore.

La pittura si intreccia invece alla fotografia per Claudia Peill, nelle sue elaborazioni di oggetti qualunque, tramutati in reperti poetici, mentre per Botto e Bruno foto e lightbox sono spazi di indagine estetica intorno alle tribù metropolitane, agli spazi urbani e al lifestyle delle periferie. Una chiara presa sul reale connota anche il lavoro di Bianco Valente, ma in una veste tecnologica e visionaria: video, foto e installazioni si vestono di luci lisergiche, atmosfere oniriche, crossing mediatici ed emozionali. L’interattività e l’immaterialità sono centrali anche nel lavoro di Piero Mottola, artefice di tecno-trasmutazioni tra suono, gesto, forma e spazio, mentre per Loris Cecchini la consistenza dell’oggetto e la flessibilità di materiali contemporanei dominamo sorprendenti metamorfosi fisiche, in seno al quotidiano. Così è anche per Perino e Vele, maghi della cartapesta, collezionisti di oggetti come tracce inerti, oscure e manipolate, oppure per Paolo Grassino, anche lui sedotto dalla potenza del nero e della materia opaca, tra animali oversize e concrezioni biomorfe.

A incarnare il filone concettuale e relazionale, racchiudendo una gamma estesa di linguaggi, c’è infine Adrian Paci, con le sue esplorazioni tra storia, antropologia, dinamiche esistenziali e codici culturali.

segui l’evento sulla Pagina Facebook de I Martedì Critici!

Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15
orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 19.00
sabato e domenica su appuntamento
tel. 06 3202808
Sponsor:
Spedart Srl
Media Partners:
ARTRIBUNE
Marica Messa

 I Martedì Critici in mostra

ANNI ‘80/’90. Oggetti, processi, relazioni: l’incantesimo quotidiano

a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

Inaugurazione:
26 Gennaio 2016, h. 19.00
Gallery of Art at Temple University Rome
dal 26 Gennaio al 12 Febbraio 2016
Gallery of Art at Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15, 00196, Roma
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00
info: 06.3202808
Cinque anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.
Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.
Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Quattro mostre, ospitate negli spazi della Temple University Rome, stanno presentando un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 al 2015. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.
Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.
Dopo i primi appuntamenti dedicati agli anni ’60/’70 e ’70/’80, ancora un balzo in avanti. In mostra, per ANNI ‘80/’90. Oggetti, processi, relazioni: l’incantesimo quotidiano, opere di Giovanni Albanese, Mario Airò, Stefano Arienti, Andrea Aquilanti, Massimo Bartolini, Paolo Canevari, Marco Cingolani, Gregorio Botta, Andrea Fogli, Liliana Moro, Cesare Pietroiusti con i Giochi del Senso e/o Non-senso, Massimo Uberti, Vedovamazzei, Luca Vitone.
È in questo periodo fertile che la generazione nata negli anni ’60 si impone, via via, con un linguaggio innovativo, orientato alla contaminazione e impregnato della new wave postmoderna. Si trattava di quella “generazione di mezzo” che cercava una dimensione propria, mentre a guidare il gusto ed il mercato erano i due fenomeni di riferimento in Italia: l’Arte Povera e la Transvanguardia.
Generazione di talenti brillanti, inquieti, differenti, per una scena non omogenea eppure specchio di un’epoca, tra le ultime propaggini di un felice esprit comunitario e un nascente solipsismo che avrebbe preso piede, progressivamente. Generazione, infine, che non avrebbe ricevuto, nei decenni a venire, il giusto riscontro internazionale, sacrificata da nuovi fenomeni imperanti, da nuove mode effimere, da debolezze endemiche al sistema. Ancora oggi nel mezzo di un processo di storicizzazione e in certi casi in attesa di un riconoscimento decisivo.
Fra pratiche residuali della pittura e l’avanzare insistente di installazione, video, fotografia e performance, di nuove estetiche relazionali e di una sensibilità per i timbri, i processi e i frammenti del quotidiano, si delineava una costellazione di oggetti minimi trasfigurati, di processi umani e sociali tramutati in avventure simboliche, di scaglie del vivere comune assemblate, detournate, tradotte in spunti lirici o concettuali.
Era un passaggio strategico, in cui quello che sarebbe diventato il “sistema” ufficiale degli anni Zero cominciava, lentamente, a prendere forma. A Milano, città determinante, l’Accademia di Brera era sempre più centrale, con figure di riferimento come Alberto Garutti, Luciano Fabro, Corrado Levi; quindi, nei primissimi anni ’80, rifioriva l’antica Casa degli Artisti, luogo autogestito in zona Garibaldi, e poi nel 1984, nel quartiere Isola, un gruppo di giovani studenti di architettura del Politecnico occupava lo stabile abbandonato della Brown Boveri, mentre nel 1987 nasceva Careof, realtà non profit di Cusano Milanino. Nel 1989 vedeva poi la luce l’esperienza importante dello spazio di via Lazzaro Palazzi, ancora una volta un esperimento indipendente guidato da un nucleo di artisti.
Intanto, nel resto d’Italia, dal gruppo di Piombino alle nuove emergenze nate in quel di Firenze, fino alle evoluzioni romane (tra la linea segnata dalla Scuola di San Lorenzo fino al Gruppo Oreste, emerso alla fine degli anni Novanta), altri contesti indicavano strade inedite rispetto alle estetiche imperanti, una su tutte quella di un certo neoespressionismo transavanguarsdista. E ancora, figure solitarie, non legate a gruppi o movimenti, venivano fuori dal Sud al Nord del Paese, assimilando in qualche modo la temperie che animava un quadro tanto complesso e frammentato, destinato a definire la sensibilità creativa dell’ultimo scorcio di secolo.
segui l’evento sulla Pagina Facebook de I Martedì Critici!
Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15
orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 19.00
sabato e domenica su appuntamento
tel. 06 3202808
Sponsor:
Spedart Srl
Media Partners:
ARTRIBUNE
Marica Messa

 I Martedì Critici in mostra 

ANNI ’70-’80. Tra spazio, forma e materia: il ritorno al corpo dell’arte

a cura di Alberto Dambruoso, Guglielmo Gigliotti, Helga Marsala

Inaugurazione:
10 10 Novembre 2015, h. 19.00
Gallery of Art at Temple University Rome
dal 10 Novembre al 5 Dicembre 2015
Gallery of Art at Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15, 00196, Roma
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00
info: 06.3202808

Cinque anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.

Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.

Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Quattro mostre, ospitate negli spazi della Temple University di Roma, accoglieranno un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 a oggi. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.

Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Dopo il primo appuntamento dedicato agli anni ’60 e ’70, ci si concentra sul decennio subito successivo. In mostra, per ANNI  ’70-’80 Tra spazio, forma e materia: il ritorno al corpo dell’arte, opere di Giuseppe Gallo, Pizzi Cannella, Marco Tirelli, Bruno Ceccobelli, Nunzio, Gianni Dessì, Giancarlo Limoni, Felice Levini, H.H. Lim, Giuseppe Salvatori, Stefano Di Stasio, Paola Gandolfi, Alfredo Pirri, Piero Fortuna, Vittorio Messina.

Anni particolarmente fertili, che videro fiorire la ricerca di alcuni giovani artisti intraprendenti, desiderosi di sperimentare nuove direzioni, ancora distanti dai cliché dell’esterofilia in agguato, capaci di pensare in termini di innovazione a partire da una specificità italiana di altissimo valore.  E ancora capaci di essere singolarità in dialogo, in gruppo, con la voglia di costruire direzioni comuni, dentro a un’urgenza di dibattito, di confronto.

Non è un caso che a dominare questo scorcio di fine secolo furono realtà collettive come il Gruppo di Sant’Agata dei Goti, che nel 1978 nacque in uno spazio indipendente, lungo l’omonima via capitolina, aperto da Levini insieme a Salvatori e Claudio Damiani. Un luogo in cui ci si incontrò per un periodo, allestendo mostre e discutendo d’arte e di poesia. O come, nel ’77, La Stanza, uno dei primi “artist run space”, luogo autogestito di cui fecero parte, tra gli altri, Gallo, Di Stasio, Pizzi Cannella.  E ancora i Nuovi Nuovi, gruppo nato a Bologna sotto l’egida di Barilli, a cui parteciparono gli stessi Levini e Salvatori, oltre a nomi come Ontani, Salvo, Maraniello. Senza dimenticare Anacronismo, Citazionismo e Pittura colta, di cui furono intensi rappresentanti Gandolfi e lo stesso Di Stasio,  la Transavanguardia, ultimo, grande, incisivo movimento italiano con una ricaduta internazionale, e naturalmente la Scuola di San Lorenzo, con Ceccobelli, Nunzio, Gallo, Tirelli, Pizzi Cannella, Limoni, Bianchi: tutt’oggi il Pastificio Cerere, che accolse gli studi di questi artisti, resta un punto di riferimento iconico per la Storia dell’Arte italiana più recente.

Rilevante fu una certa attitudine costruttiva e sintetica, votata a una solida astrazione plastica e pittorica, ma con continui riverberi di lirismo, sensibilità materica, incursioni nella figura, tensioni filosofiche e alchimie di natura. Mentre, in questo fiorire di analisi intorno ai rapporti fra luce, spazio, forma e oggetto, alcune figure gettavano le basi per successive indagini neo concettuali, dominate da capovolgimenti ironici, esperimenti linguistici e relazionali, simbolismi ancestrali e riflessioni ontologiche.

Segui l’evento sulla Pagina Facebook de I Martedì Critici!

Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15
orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 19.00
sabato e domenica su appuntamento
tel. 06 3202808
Sponsor:
Spedart Srl
Media Partners:
ARTRIBUNE
Marica Messa

I Martedì Critici in mostra

ANNI ’60 e ’70. Al di là dell’arte e dentro la vita

a cura di Alberto Dambruoso, Guglielmo Gigliotti, Helga Marsala

Inaugurazione:
7 Ottobre 2015, h. 19.00
Gallery of Art at Temple University Rome
dal 7 Ottobre al 5 Novembre 2015
Gallery of Art at Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15, 00196, Roma
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00

info: 06.3202808

Quattro mostre, ospitate negli spazi della Temple University di Roma, accoglieranno un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 a oggi. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Il primo appuntamento, ANNI ’60 e ’70.
Al di là dell’arte e dentro la vita, include opere di Nanni BalestriniGianfranco Baruchello, @Nicola Carrino, Giosetta Fioronii, @Marco Gastini, @Paolo Icaro, Sergio LombardoJoseph KosuthRenato MamborMaurizio Mochetti, Gianfranco Notargiacomo, Luigi OntaniLuca Maria PatellaMichelangelo Pistoletto, Mauro Staccioli, @Cesare Tacchi, @Claudio Verna.

Tutti nomi importanti, che hanno definito l’articolato milieu estetico e culturale di un periodo cruciale, in cui l’arte si intrecciava con l’esistenza lungo direzioni nuove ed eterogenee: politica, filosofia, essenza e declinazioni del linguaggio, antropologia, relazioni sociali, natura, architettura, fino ad arrivare, dopo e durante il grande exploit concettuale, a una riflessione analitica sulla pratica pittorica pura e sulla natura fisica del dipinto, fra spazio, tempo e materia. Un paesaggio complesso e variegato, incarnato nel lavoro di alcuni maestri italiani, per una breve sintesi espositiva legata a filo doppio all’esperienza de I Martedì Critici.

Cinque anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.
Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.
Sulla web tv di Artribune, intanto, veniva pubblicata con cadenza regolare la documentazione di tutti i talk.
Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Non Mancate!

Segui l’evento sulla Pagina Facebook de I Martedì Critici!

Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15
orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 19.00
sabato e domenica su appuntamento
tel. 06 3202808
Sponsor:
Spedart Srl
Media Partners:
ARTRIBUNE
Marica Messa

Residenze Artistiche

RESIDENZA ARTISTICA BOCS ART COSENZA

#BocsArt #Bocs #ResidenzaArtisticaCosenza

11231743_796118907168227_465806700474865990_n

L’associazione culturale I Martedì Critici in collaborazione con il Comune e la Provincia di Cosenza, sono lieti di sostenere il primo progetto di “Residenza artistica Cosenza”, che è stato inaugurato sabato 4 luglio 2015 alle ore 18.00, sul lungofiume di via Dante Alighieri, Cosenza.  La curatela del progetto è stata affidata dall’amministrazione comunale ad Alberto Dambruoso direttore artistico de I Martedì Critici.

Il progetto intende porsi come il primo di una lunga serie di residenze artistiche che, si auspica, porteranno la Città di Cosenza a posizionarsi a livello nazionale come uno dei luoghi più ambiti e prestigiosi per questa tipologia di attività.

Il progetto è stato pensato in modo da creare una piattaforma aperta al dialogo costruttivo con la collettività, che sarà invitata a partecipare a tutte le attività proposte durante il periodo della residenza artistica.

Tutti i cittadini, qualsiasi sia la loro età, dai bambini agli anziani, saranno coinvolti nel progetto sia attraverso la possibilità di accedere agli studi, avendo così la possibilità di vedere dal vivo la realizzazione di opere d’arte, sia attraverso workshop organizzati dagli artisti una volta a settimana, sia assistendo a performance che prenderanno vita ogni giorno tra le strade della città, sia infine attraverso una serie di dibattiti organizzati dal curatore alla presenza degli artisti.

Sono stati invitati dal curatore del progetto una trentina di artisti italiani e alcuni stranieri operanti nel nostro Paese, appartenenti a diverse generazioni e con molteplici ricerche artistiche che vanno della pittura alla scultura, dalla fotografia all’installazione, dalla performance alla video-installazione, in modo tale da offrire al pubblico il più ampio ventaglio di quelle che sono oggi le modalità tecnico – espressive più praticate dagli artisti contemporanei.

A fianco di artisti di chiara fama sono stati invitati a partecipare al progetto di residenza anche alcuni giovani artisti emergenti in modo da riflettere maggiormente lo spaccato del mondo dell’arte contemporanea e favorendo al contempo lo scambio tra maestri e giovani artisti.

La residenza artistica estiva si sviluppa da sabato 4 luglio a domenica 2 agosto e è suddivisa in due gruppi.

Il primo gruppo, composto da undici artisti, opera nella prima parte della residenza, dal 4 luglio al 18 luglio 2015. Questi i nomi degli artisti che prendono parte alla prima tranche di residenza:

Alessandro Bulgini, Mariana Ferratto, Riccardo Murelli, Danilo Bucchi, Simone Bertugno, Gianfranco Grosso, Davide D’Elia, Navid Nazimi, Nicola Rotiroti, Andres Torca, Leonardo Petrucci.

Il secondo gruppo, composto da una ventina di artisti, opera nella seconda parte della residenza, dal 18 luglio al 2 agosto. Questi i nomi degli artisti che prendono parta alla seconda tranche:

Flavio Favelli, Simone Pellegrini, Giuseppe Pietroniro, Andrea Salvino, Sandra Hauser, Emmanuele De Ruvo, Delphine Valli, Raffaele Fiorella, Davide Dormino, Donato Piccolo, Giovanni Gaggia, Marco Colazzo, Massimo Uberti, Marco Raparelli, Leonardo Aquilino, Sacha Turchi, Riccardo Cavallini, Giovanni De Angelis.

11800323_855604421175253_4126768039151198008_n

Il progetto Residenza Artistica Cosenza 2015 ha selezionato gli artisti che saranno presenti per il periodo da Settembre a Novembre 2015, susseguendosi in gruppi:

Terzo gruppo: 05 SETTEMBRE – 19 SETTEMBRE 2015
Mauro Di Silvestre, Teresa Iaria, Francesco Cervelli, Iginio De Luca, Angelo Bellobono, Piotr Hanzelewicz, Luca Padroni, Baris Sanbas, Ninni Donato, Paolo Grassino, Vincenzo Rusciano, Niccolò De Napoli, Alessandro Fonte, Shawnette Poe, Lena Von Lapschina, Vanessa Alessi, Paolo Assenza, Tothi Folisi, Federico Lombardo, Angela Pellicanò e Giovanna Martinelli.

quarto gruppo: 21 SETTEMBRE – 4 OTTOBRE 2015
Giuseppe Capitano, Alessandro Scarabello, Antonello Viola, Girolamo Marri, Jole Serreli, Raffaella Mariniello, Stefano Canto, Marta Mancini, Sara Basta, Filippo Leonardi, Fabio Costantino Macis, Federica Di Carlo, Mirco Baricchi, Pietro Di Terlizzi, Emanuela Lena, Zeroottouno, Donato Piccolo, Gio Pistone, Maria Pia Picozza, Grossi/Maglioni, Ernesto Morales, Pablo Mesa Capella, Giuseppe Negro, Diego Mirabella, Paolo Angelosanto, Mauro Piccinini -misunderstanding project e Shingo Inao.

quinto gruppo: 5 OTTOBRE – 18 OTTOBRE 2015
Mauro Piccinini, Leandro Lottici, Nico Angiuli, Alvise Bittente, Marta Sesana, ROBOCOOP, Cristian Biasci, Stefano Cumia, Giuseppe Adamo, Alessandro Sarra, Stanislao Di Giugno, Paolo Chiasera, Cristina Cusani, Federico Lupo, Giuseppe Teofilo, Elia Sabato, Afterall, Lapo Simeoni, Gregorio Samsa, Virginia Panichi Donati, Marco Scifo, Giulia Caira, Ovidiu Leuce, Claudia Peill, David Fagioli, Alessandro Cicoria e Rosa Jijon.

sesto gruppo: 19 OTTOBRE – 07 NOVEMBRE 2015
Alessia Armeni, Paolo Puddu, Mauro Piccinini, Piero Mottola, Lamberto Teotino, Giorgia Fincato, Emanuele Sartori, Maziar Moktari, Marco Bernardi, Alice Schivardi, Lisa Wade, Gabriele Abruzzese, Begoña Zubero Apodaca, Luisa Valentini, Barbara Taboni, Alessandra Senso, Andrea Martinucci, Arash Radpour, Giacomo Rizzo, Giacomo Roccon, Roxy in the box, Stefania Fabrizi, Mauro Pallotta, Andrea Facco, Luca Cutrufelli e Pasquale Altieri.

settimo gruppo: 23 NOVEMBRE – 19 DICEMBRE 2015
Dionigi Mattia Gagliardi, Alessio Ancillai, Pierpaolo Lista, Jacopo Tomassini, Vincenzo Marsiglia, Andrea Gallo, Anita Calà, Jonathan Silverman, Angelo Marinelli, Corrado Sassi, Elena Nonnis, Lorenzo Casali, Sauro Cardinali, Denis Riva, Sveva Angeletti, Adele Lotito, Virginia Lopez, Remo De Vico, Jacopo Cardillo, Matteo Fato, Giovanni Termini, Serena Zanardi, Leila Mirzakhani, Laura Palmieri, Federica Gonnelli, Tina Sgrò, Laura Cionci, Guendalina Salini e Francesco Cabras.

ottavo gruppo: 26 DICEMBRE 2015 – 7 GENNAIO 2016
Claudia Zicari, Daniele d’Acquisto, Francesco Scialò, Enzo Casale, Francesco Ciavaglioli, Paolo Garau, Ilaria Abbiento, Martina Bassi, Aniello Barone, Marcello Buffa, Pietro Finelli, Antonio Marchetti, Lamera, Diego Miedo, Zolta, Dehors/Audela, Pierluigi Pusole, Coquelicot Mafille, Emanuele Napolitano, Alessandra Di Francesco, Giacinto Occhionero, Giorgio Pahor, Giuseppe Ciracì, Roberto Marchese e Desideria Burgio.

 

 

II Edizione, I Sessione (nono gruppo): 01-30 Luglio 2016: Arjan Shehaj, Marco Rossetti, Giacomo Zaganelli, Francesca Capasso, Ersilia Sarrecchia, Andreas Zampella, Pietro Manzo, Gianfranco Basso, Silvia Hell, Rossella Piccinno, Mariagrazia Pontorno/Barbara Gurrieri/Group, Michele Giangrande, Gino Blanc, Marco Andrighetto, Barbara Bonfilio, Virginia Zanetti, Roberta Garbagnati, Thomas Scalco, Claud Hesse, Yonel Hidalgo, Yari Miele, Gabriele Talarico, Patrizia Bonardi, Chiara Coccorese, Luca Mauceri, Antonio Barbieri e Evita Andujar.

 

 

 

 

Residenza Artistica Bocs Art Cosenza è ospite della piattaforma per residenze d’artista Art in Residence

Per partecipare come artista alla selezione della Residenza Artistica Cosenza Bocs Art, inviare CS artistico e portfolio a: info@imartedicritici.it

news

I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Valentina Bernabei

Lamberto Teotino

Martedì 4 Giugno 2019 ore 17.30
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Costantino D’Orazio

Matteo Basilé

Martedì 28 Maggio 2019 ore 17.30
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Gabriele Simongini

Liliana Dematteis

Martedì 21 Maggio 2019 ore 17.30
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Anna D’Elia

Roberto Gramiccia

Martedì 14 Maggio 2019 ore 19.30
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Gianluca Brogna

Maria Papadimitriou

Martedì 7 Aprile 2019 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

Lamberto Pignotti

23 aprile 2019, ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Giuseppe Garrera

Marina Paris

Martedì 2 Aprile 2019 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

Renato Barilli

Martedì 26 marzo 2019, ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Lorenzo Canova​

Luce Monachesi

Martedì 26 febbraio 2019, ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Flavia Malusardi

Alessandra e Valentina Bonomo

Martedì 12 Febbraio 2019 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Flavia Malusardi

Ibrahim Ahmed

Martedì 29 gennaio 2019 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Elena Giulia Abbiatici

Shady El Noshokaty

Martedì 22 gennaio 2019 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e e Valentino Catricalà

Miltos Manetas

Martedì 13 novembre 2018 ore 19.00

Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


Lotteria 

Il 20 novembre 2018 si terrà presso il Visionarea Art Space di via della Conciliazione 4 a Roma una lotteria a sostegno dell’Associazione culturale I Martedì Critici.  A partire dalle 19.00 verranno sorteggiate cento opere donate dagli artisti che hanno sposato la causa e dall’ideatore de I Martedì Critici Alberto Dambruoso.

Per partecipare basta scegliere un numero e fare un bonifico sul conto dell’Associazione culturale I Martedì Critici di 250 euro al seguente numero IBAN  IT55P0103003389000001179609.  Essendo l’Associazione cultura non a fini di lucro si dovrà indicare come causale:  donazione

Una volta effettuato il bonifico si può comunicare il numero scelto scrivendo al seguente indirizzo mail: info@imartedicritici.it

Per informazioni sulle opere che verranno estratte potete inviare mail allo stesso indirizzo o chiamare il seguente numero: 339 7535051

Le opere potranno essere viste a partire dal 19 novembre alle ore 17.30 e fino alle ore 20.00 presso il Visionarea Art Space di Via della Conciliazione n. 4


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Annalisa Ferraro

Stefania Miscetti

Martedì 9 ottobre 2018 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso, Lorenzo Canova ed Helga Marsala

Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

NICOLA VERLATO

5 giugno 2018, ore 18.00
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Annalisa Ferraro

Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

GIOACCHINO PONTRELLI

29 Maggio 2018, ore 18.00
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

Markus Redl

15 Maggio 2018, ore 19.00
Art Forum Würth Capena
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti, (gradita conferma di partecipazione entro GIOVEDÌ 10 MAGGIO 2018, a questo link)

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Annalisa Ferraro

Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

DANILO ECCHER

24 aprile 2018, ore 18.00
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

IGINIO DE LUCA

17 aprile 2018, ore 18.00
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

PEPPE MORA

7 novembre 2017, ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

FULVIO DI PIAZZA

31 ottobre 2017, ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

FRANCESCO DE GRANDI

24 ottobre 2017, ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Lorenzo Canova

MEMMO MANCINI

17 ottobre 2017, ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

MIRCEA CANTOR

10 ottobre 2017, ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

HERMANN NITSCH

3 ottobre 2017, ore 19.00
Art Forum Würth Capena
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


Martedì 3 ottobre alle ore 19.00 si terrà il secondo stagionale de I Martedì Critici al Centro Würth di Capena (Roma) con ospite della serata l’artista austriaco Hermann Nitsch.

I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso  e Paolo Sabbatini

MOATAZ NASR

martedì 26 settembre 2017, ore 19.00

Istituto Italiano di Cultura Il Cairo 3, El Sheikh El Marsafi St. Zamalek – Cairo

INFO PUBBLICO: ingresso su invito

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso  e Helga Marsala

MARIA MORGANTI

martedì 26 maggio 2017, ore 19.30

Real Academia de España en Roma​
Tempietto del Bramante

INFO PUBBLICO
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso  e Francesco Careri

JORDI COLOMER

martedì 16 maggio 2017, ore 19.30

Real Academia de España en Roma​
Tempietto del Bramante

INFO PUBBLICO
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


Mostra

“Arriaca”

Simone Pellegrini – Jorge Mayet

naugurazione: 17 maggio 2017, ore 18.30
Montoro12 Contemporary Art
Via di Montoro 12, 00186 Roma

La mostra di Simone Pellegrini è curata da Alberto Dambruoso​

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso  e Guglielmo Gigliotti

ITALO TOMASSONI

martedì 9 maggio 2017, ore 19.30

Real Academia de España en Roma​
Tempietto del Bramante

INFO PUBBLICO
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Anna Cestelli Guidi

ANTONI MUNTADAS

martedì 02 maggio 2017, ore 19.30

Real Academia de España en Roma​
Tempietto del Bramante

INFO PUBBLICO
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Italo Tomassoni

ARON DEMETZ

martedì 11 aprile 2017, ore 19.00

Istituto Italiano Cultura Il Cairo

3, El Sheikh El Marsafi St. Zamalek – Cairo

INGRESSO SOLO SU PRENOTAZIONE FINO A ESAURIMENTO POSTI
Per prenotare: iiccairo@esteri.it

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici in mostra

ANNI Zero – 2017. Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità artistica

seconda parte

a cura di Alberto Dambruoso

dal 7 al 23 febbraio 2017

Temple University Rome, Roma

opening martedì 7 febbraio ore 19


Sette anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.

Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.

Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Cinque mostre, quattro delle quali già ospitate negli spazi della Temple University Rome, stanno presentando un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 al 2016. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.

Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Dopo i primi quattro appuntamenti, che hanno attraversato gli anni ’60,’70, ’80, ’90 e anni Zero, un ultimo appuntamento viene racchiuso nel titolo “Anni Zero – 2017. Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità”, con opere di Paolo Angelosanto, Angelo Bellobono, Simone Bertugno, Alessandro Bulgini, Danilo Bucchi, Lucilla Catania, Octavio Floreal, Raul Gabriel, Riccardo Murelli, Giacinto Occhionero, Daniela Perego, Luana Perilli, Lucio Perone, Peppe Perone, Donato Piccolo, Daniele Puppi, Pietro Ruffo, Delphine Valli e Antonello Viola.

Nel corso dell’inaugurazione verrà presentato il gemellaggio tra le Associazioni culturali I Martedì Critici e Hidalgo Associazione culturale che si sono recentemente unite al fine di promuovere congiuntamente iniziative culturali in Italia.

Associazione culturale I Martedì Critici
tel. +39 339 7535051
info@imartedicritici.it
www.imartedicritici.com
Temple University Roma
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15
orari di apertura:
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00
tel. 06 3202808
Per ulteriori informazioni:
Shara Wasserman
Direttrice, Gallery of Art
tel. + 39 347 7436067
Media partners: Marica Messa
Sponsor: Spedart

Segui l’evento sulla pagina ufficiale de I Martedì Critici su Facebook!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Italo Tomassoni

CARLO MARIA MARIANI

martedì 06 dicembre 2016, ore 18.30

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale,

Sala Aldo Moro

Piazzale della Farnesina, 1, Roma

INGRESSO SOLO SU PRENOTAZIONE FINO A ESAURIMENTO POSTI
Per prenotare clicca qui

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici in mostra

ANNI Zero – 2016.

Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità artistica

Prima parte

 a cura di Alberto Dambruoso

dal 8 novembre al 1 dicembre 2016

Temple University, Roma

opening martedì 8 novembre ore 19

Sei anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.

Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.

Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Cinque mostre, quattro delle quali già ospitate negli spazi della Temple University Rome, stanno presentando un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 al 2016. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.

Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Dopo i primi quattro appuntamenti, che hanno attraversato gli anni ’60,’70, ’80 ,’90 e anni Zero, un ultimo appuntamento viene racchiuso nel titolo “Anni Zero – 2016. Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità”,con opere di Manfredi Beninati,  Antonio Biasiucci, Francesco Cervelli, Alberto Di Fabio, Mauro Di Silvestre, Flavio Favelli,  Goldshmied & Chiari, Andrea Mastrovito, Matteo Montani, Alessandro Piangiamore, Simone Pellegrini, Federico Pietrella, Roberto Pietrosanti, Giuseppe Pietroniro, Pierluigi Pusole,  Bernardi Roig, Arcangelo Sassolino.

Associazione culturale I Martedì Critici
tel. +39 339 7535051
info@imartedicritici.it
www.imartedicritici.com
Temple University Roma
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15
orari di apertura:
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00
tel. 06 3202808
Per ulteriori informazioni:
Shara Wasserman
Direttrice, Gallery of Art
tel. + 39 347 7436067
Media partners: Marica Messa
Sponsor: Spedart

Segui l’evento sulla pagina ufficiale de I Martedì Critici su Facebook!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Gianluca Brogna

RENZOGALLO

martedì 20 ottobre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Marco Di Capua

MARIA TERESA BENEDETTI

martedì 18 ottobre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Gianluca Brogna

LUCA ROSSI

martedì 11 ottobre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

ANTONIO PAOLUCCI

martedì 04 ottobre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Roberto Gramiccia

LUCILLA CATANIA

martedì 27 settembre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso ed Marco di Capua

ACHILLE PACE

martedì 20 settembre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso ed Helga Marsala

ALESSANDRO PIANGIAMORE

martedì 31 maggio 2016, ore 19.30

TEMPIETTO DEL BRAMANTE al Gianicolo, Piazza San Pietro in Montorio, 3, Roma

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Lorenzo Canova

CARLOS GARAICOA

martedì 24 maggio 2016, ore 19.30

TEMPIETTO DEL BRAMANTE al Gianicolo, Piazza San Pietro in Montorio, 3, Roma

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Sara De Chiara

FERRAN  BARENBLIT

martedì 17 maggio 2016, ore 19.30

TEMPIETTO DEL BRAMANTE al Gianicolo, Piazza San Pietro in Montorio, 3, Roma

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

PIERLUIGI PUSOLE

martedì 10 maggio 2015, ore 19.00

TEMPIETTO DEL BRAMANTE al Gianicolo

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

FEDERICO PIETRELLA

martedì 03 maggio 2015, ore 17.30

MACRO, via Nizza, 138 – Sala Cinema

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

GIORGIO GRIFFA

martedì 26 aprile 2015, ore 18.00

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Piazzale della Farnesina, 1, Roma

INGRESSO INGRESSO SOLO SU PRENOTAZIONE FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguirà vin d’honneur e visita della Collezione di arte contemporanea alla Farnesina

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!

È anche possibile prenotarsi a partire dal 20 aprile 2016 sul sito web della Farnesina: www.esteri.it


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

CONCETTO POZZATI

martedì 19 aprile 2015, ore 17.30
MACRO, via Nizza, 138 – Sala Cinema

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


 STREET ART E ARTE PUBBLICA
RIGENERARE LE PERIFERIE URBANE

a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala
introduce Tiziana D’Acchille, Direttore Accademia di Belle Arti di Roma

12 aprile 2016, ore 17.30

Accademia di Belle Arti di Roma,

Aula Magna
Via Di Ripetta 222, Roma

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Claudio Crescentini

NINÌ SANTORO

martedì 05 aprile 2016, ore 17.30
MACRO -Museo d’Arte Contemporanea, via Nizza 138 – Sala Cinema

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici in mostra
ANNI ’90/Zero. Narrazioni, alterazioni, contaminazioni: dentro e oltre il reale

a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

Inaugurazione:
il 16 Febbraio, ore 19.00
Gallery of Art at Temple University Rome

dal 16 Febbraio al 4 Marzo 2016

Gallery of Art at Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15, 00196, Roma
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00
info: 06.3202808

Cinque anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.

Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.

Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Quattro mostre, ospitate negli spazi della Temple University di Roma, stanno presentando un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 al 2015. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.

Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Dopo i primi tre appuntamenti, che hanno attraversato gli anni ’60,’70, ’80 e ‘90, un penultimo appuntamento viene racchiuso nel titolo “ANNI ’90/Zero. Narrazioni, distorsioni, contaminazioni: dentro e oltre il reale”, con opere di Bianco-Valente, Botto e Bruno, Loris Cecchini, Marco Colazzo, Maurizio Donzelli, Paolo Grassino, Piero Mottola, Marco Neri, Adrian Paci, Claudia Peill, Perino e Vele, Cristiano Pintaldi, Andrea Salvino, Sandro Sanna, Maurizio Savini.

Se c’è una prima caratteristica che balza all’occhio, osservando quegli artisti affermatisi tra gli anni ’90 e gli anni Zero, si tratta forse della progressiva attitudine a procedere in solitudine, oltre le logiche comunitarie. La progettualità condivisa, come orizzonte  umano e creativo, perde la sua naturale urgenza: non si scrivono più manifesti, nascono sempre meno gruppi, non emergono più movimenti solidi e riconoscibili. Dopo l’esperienza di Lazzaro Palazzi, è giusto il Progetto Oreste (1997- 2001) a tenere viva – in una chiave aperta, fluida, digitale e dinamica – l’idea di collaborazione ed esperienza comune. Con una modalità inedita, estesa e plurale, oltre i luoghi specifici e le identità chiuse. Sono del resto gli anni di Luther Blisset e della rivoluzione informatica.

In questo scenario, tra solipsismi emergenti e vecchi codici che resistono (una su tutti la decisiva influenza dell’Arte Povera), la linea italiana fa fatica a produrre nuove specificità e a conquistare autorevolezza internazionale: una situazione destinata a perdurare. E intano si intrecciano in maniera indifferenziata i linguaggi, gli approcci, i medium, tra pittura e scultura di matrice figurativa, video arte sempre più sofisticata, fascinazione per i nuovi media, direzioni politico-sociali, formule narrative, alterazioni di spazi di natura e architettura.

Così convivono, ad esempio, la figurazione pop, variopinta e frammentata di Marco Colazzo e le strutture abitative di Marco Neri, affidate a una sintesi pittorica radicale; le pagine di cronaca riportate su tela da Andrea Salvino, con il suo realismo pregno di memorie ideologiche e suggestioni sociologiche, e gli scampoli mediatici restituiti da Cristiano Pintaldi, con le sue armonie di pixel in forma di volti immateriali; fino a ricerche come quella di Maurizio Donzelli, rivolte a un’astrazione che gioca con la luce, la trasfigurazione delle forme e la natura del colore.

La pittura si intreccia invece alla fotografia per Claudia Peill, nelle sue elaborazioni di oggetti qualunque, tramutati in reperti poetici, mentre per Botto e Bruno foto e lightbox sono spazi di indagine estetica intorno alle tribù metropolitane, agli spazi urbani e al lifestyle delle periferie. Una chiara presa sul reale connota anche il lavoro di Bianco Valente, ma in una veste tecnologica e visionaria: video, foto e installazioni si vestono di luci lisergiche, atmosfere oniriche, crossing mediatici ed emozionali. L’interattività e l’immaterialità sono centrali anche nel lavoro di Piero Mottola, artefice di tecno-trasmutazioni tra suono, gesto, forma e spazio, mentre per Loris Cecchini la consistenza dell’oggetto e la flessibilità di materiali contemporanei dominamo sorprendenti metamorfosi fisiche, in seno al quotidiano. Così è anche per Perino e Vele, maghi della cartapesta, collezionisti di oggetti come tracce inerti, oscure e manipolate, oppure per Paolo Grassino, anche lui sedotto dalla potenza del nero e della materia opaca, tra animali oversize e concrezioni biomorfe.

A incarnare il filone concettuale e relazionale, racchiudendo una gamma estesa di linguaggi, c’è infine Adrian Paci, con le sue esplorazioni tra storia, antropologia, dinamiche esistenziali e codici culturali.

segui l’evento sulla Pagina Facebook de I Martedì Critici!


 Presentazione del volume:

“I Martedì Critici 2010-2015. La parola all’arte”, Maretti Editore

Sabato 30 Gennaio 2016

Art Fiera Bologna, Sala Melodia, ore 14.30

Questo volume racconta la storia dei primi cinque anni di attività de I Martedì Critici, un progetto di divulgazione e approfondimento sui temi della contemporaneità artistica, attuato attraverso la formula dell’intervista pubblica condotta ogni martedì da critici d’arte a una figura di primo piano del panorama artistico nazionale e internazionale.

Il progetto, unico nel suo genere in Italia, è nato cinque anni fa nello studio/abitazione a Roma del critico d’arte Alberto Dambruoso, che ha condotto gli incontri negli anni insieme ad altri colleghi (Di Veroli, Tonelli, De Chiara, Pezzato, Bazzini e Gigliotti) ed è approdato, nel giro di qualche anno, in alcuni dei maggiori musei del nostro Paese, quali il MAXXI e il MACRO a Roma, il Museo Pecci a Milano e il MADRE a Napoli.

Il libro si divide in due sezioni. Nella prima sono raccolte le testimonianze dei critici che insieme a Dambruoso hanno condotto gli incontri dal 2010 al 2015, seguite dalle testimonianze di coloro che hanno partecipato alle serate, la maggioranza rappresentata da storici e da critici d’arte, ma dove figurano anche direttori di Museo,  direttori di riviste di settore e di importanti galleristi, come Fabio Sargentini. Questa prima parte si conclude con una poesia che Maurizio Calvesi ha voluto dedicare all’ideatore degli incontri.

La seconda sezione è dedicata ai centotrentatré ospiti delle serate, presentati nei cinque anni di attività. Si tratta prevalentemente di artisti, ma anche galleristi, storici dell’arte e critici. Disposti in ordine cronologico di partecipazione agli incontri, a ognuno di loro sono state riservate due pagine, contenenti o il comunicato stampa dell’evento o gli articoli scritti da Helga Marsala e pubblicati su “Artribune”, media partner del progetto dal 2011, insieme a fotografie scattate in occasione della serata e a  ritratti e immagini di opere con cui gli artisti hanno scelto di presentarsi ai lettori.

Il volume è accompagnato da due DVD, prodotti grazie al contributo di “Cortoartecircuito” di Beatrice Bulgari.

Il primo raccoglie i video inediti del primo anno di attività (2010) svoltosi nella casa/studio di Dambruoso a Roma a Colle Oppio. Nonostante la qualità dei filmati, per il carattere di sperimentazione del progetto nel suo primo anno di attività, non sia eccellente, si è scelto d’inserirli ugualmente nel DVD, così da trasmettere la testimonianza di alcuni incontri memorabili, come quelli con Renato Mambor e Cesare Tacchi, due dei principali protagonisti della “Scuola romana” degli anni Sessanta che ci hanno lasciato di recente.

Il secondo raccoglie un montaggio di centoventi minuti di brevi sequenze tratte da tutti i video degli incontri tenutisi tra il 2011 e il 2015. La selezione è avvenuta estrapolando un momento saliente della conversazione in cui il protagonista esprime un concetto essenziale inerente alla propria opera, oppure dà una personale definizione dell’arte o ancora tratta di temi e problematiche nodali dell’arte contemporanea.

Il volume “I Martedì Critici – 2010/2015 – La parola all’Arte” Maretti Editore

è acquistabile online!


 Presentazione del libro: “I Martedì Critici – 2010/2015 – La Parola all’Arte” Maretti Editore

Martedì 15 Dicembre 2015

h. 18.00

Accademia di Belle Arti di Roma

sede di via Ripetta, Piazza Ferro di Cavallo, 3, Aula Magna

ingresso libero fino a esaurimento posti

Vi aspettiamo! 🙂

Il libro è acquistabile online: QUI

Aprirà l’evento Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma, con il supporto dell’organizzatore, il Docente di Sound Design dell’Accademia di Belle Arti di Roma, Piero Mottola, a seguire gli interventi di: Giovanni Albanese, Stefano Di Stasio, Giuseppe Gallo, Paola Gandolfi, Guglielmo Gigliotti, Gianfranco Gorgoni, Felice Levini, H. H. Lim, Giancarlo Limoni, Sergio Lombardo, Helga Marsala, Vittorio Messina, Gianfranco Notargiacomo, Luca Maria Patella, Donato Piccolo, Giuseppe Salvatori.

segui l’evento sulla Pagina Facebook de I Martedì Critici


L’ARTE PUBBLICA E IL CASO MARULLA A COSENZA

martedì 3 novembre 2015, ore 17.30

MACRO via Reggio Emilia, 54 – Sala Cinema

a cura di Alberto Dambruoso, Lorenzo Canova, Marco Di Capua, Guglielmo Gigliotti, Helga Marsala

 INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso Lorenzo Canova e Sara De Chiara

MANFREDI BENINATI

martedì 27 ottobre 2015, ore 17.30
MACRO, via Nizza – Sala Cinema

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Marco Di Capua

FRANZ PALUDETTO

martedì 20 ottobre 2015, ore 18.30
MACRO, via Nizza – Sala Cinema

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Ospite del quarto appuntamento, promosso in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è Franz Paludetto (Oderzo, 1938).


Pierluigi Pusole, annullato

L’intervista all’artista Pierluigi Pusole di martedì 13 Ottobre 2015 è purtroppo annullata per motivi di salute dell’artista. Daremo notizia nel caso riuscissimo a riprogrammare l’evento. Per gli aggiornamenti seguiteci sulla nostra pagina Facebook.


 I Martedì Critici in mostra
ANNI ’60 e ’70. Al di là dell’arte e dentro la vita

a cura di Alberto Dambruoso, Guglielmo Gigliotti, Helga Marsala
dal 7 ottobre al 5 novembre 2015
Temple University, Roma
opening: mercoledì 7 ottobre ore 19.00

Quattro mostre, ospitate negli spazi della Temple University di Roma, accoglieranno un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 a oggi. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Il primo appuntamento, ANNI ’60 e ’70.
Al di là dell’arte e dentro la vita, include opere di Nanni BalestriniGianfranco Baruchello, @Nicola Carrino, Giosetta Fioronii, @Marco Gastini, @Paolo Icaro, Sergio LombardoJoseph KosuthRenato MamborMaurizio Mochetti, Gianfranco Notargiacomo, Luigi OntaniLuca Maria PatellaMichelangelo Pistoletto, Mauro Staccioli, @Cesare Tacchi, @Claudio Verna.

Tutti nomi importanti, che hanno definito l’articolato milieu estetico e culturale di un periodo cruciale, in cui l’arte si intrecciava con l’esistenza lungo direzioni nuove ed eterogenee: politica, filosofia, essenza e declinazioni del linguaggio, antropologia, relazioni sociali, natura, architettura, fino ad arrivare, dopo e durante il grande exploit concettuale, a una riflessione analitica sulla pratica pittorica pura e sulla natura fisica del dipinto, fra spazio, tempo e materia. Un paesaggio complesso e variegato, incarnato nel lavoro di alcuni maestri italiani, per una breve sintesi espositiva legata a filo doppio all’esperienza de I Martedì Critici.

Cinque anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.
Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.
Sulla web tv di Artribune, intanto, veniva pubblicata con cadenza regolare la documentazione di tutti i talk.
Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Non Mancate!

evento sulla Pagina Facebook de I Martedì Critici

Temple University Rome, Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15 orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 19.00
sabato e domenica su appuntamento
tel. 06 3202808
Sponsor:
Spedart Srl
Media Partners:
ARTRIBUNE
Art Andsocialmedia

I Martedì Critici: ospite Francesco Nucci

Francesco Nucci, 06 ottobre 2015, h. 18.30, La Quadriennale di Roma, Villa Carpegna, Circonvallazione Aurelia 72

Martedì 6 ottobre  2015 avrà luogo il terzo appuntamento della stagione autunnale de “I Martedì Critici”, gli incontri con i protagonisti della scena contemporanea, ormai giunti al sesto anno di attività.

Ospite del terzo appuntamento, organizzato in collaborazione con La Quadriennale di Roma e curato da Alberto Dambruoso e Marco Di Capua, è Francesco  Nucci, fondatore e presidente della Fondazione VOLUME!.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

non mancate!


Settembre 2015 riprende con I Martedì Critici: ecco le prime due date, 22 e 29

Dopo la pausa estiva, I Martedì Critici riprendono la propria attività rinnovandosi.

Gli incontri della stagione autunnale prevedono la partecipazione di numerosi artisti internazionali attivi a Roma, oltre agli italiani, e si svolgeranno in diverse sedi, a partire dal suggestivo Tempietto del Bramante sul Gianicolo.

Gli incontri successivi avranno luogo:

il 29 settembre alla Temple Gallery, Roma;

il 6 e il 13 ottobre presso La Quadriennale di Roma;

il 20 e il 27 ottobre al MACRO di via Nizza, Roma.

Ad affiancare Alberto Dambruoso nella conduzione delle interviste, si avvicenderanno interlocutori di volta in volta diversi, tra cui Guglielmo Gigliotti, Shara Wasserman, Lorenzo Canova, Marco Di Capua, Sara De Chiara.

La nuova stagione si apre martedì 22 settembre, alle 18.30 in collaborazione con la Real Academia de España en Roma, (piazza San Pietro in Montorio, 3 al Gianicolo) con l’appuntamento dedicato a Bernardí Roig (Palma de Mallorca, 1965).

Mentre martedì 29 settembre, alle 18.30, sarà ospite Jonathan VanDyke, alla Temple Gallery di Roma, Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15.

Seguiteci sulla nostra Pagina Facebook per gli aggiornamenti!


Presentazione del libro: “I Martedì Critici – 2010/2015 – La Parola all’Arte” Maretti Editore

Martedì 9 giugno 2015

h. 17.30

Museo Macro, via Nizza 138, Roma

Sala Cinema

ingresso libero fino a esaurimento posti

Vi aspettiamo! 🙂

Il libro è già acquistabile online: QUI


La Grande Asta a sostegno de I Martedì Critici, edizione III

Gli artisti e i galleristi ospiti de I Martedì Critici a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti, donano un’opera per sostenere gli incontri con le parole e il pensiero degli artisti.

Giovedì 28 maggio 2015, ore 19.00

Temple GalleryLungotevere Arnaldo da Brescia 15, Roma

Preview: martedì 26 (11:00 – 19:00), mercoledì 27 (11:00 – 19:00) e giovedì 28 (11:00 – 18:00)

Opere di: Giovanni Albanese, Roberto Almagno, Nanni Balestrini, Massimo Bartolini, Bizhan Bassiri, Angelo Bellobono, Simone Bertugno, Antonio Biasiucci, Danilo Bucchi, Alessandro Bulgini, Nicola Carrino, Marco Cingolani, Vittorio Corsini, Gabriele Di Matteo, Mehran Elminia, Octavio Floreal, Raul Gabriel, Marco Gastini, Robert Gligorov, Paolo Icaro, Emilio Isgrò, Mimmo Jodice, Giancarlo Limoni, Andrea Mastrovito, Vittorio Messina, Giuseppe Modica, Claudio Palmieri, Marina Paris, Lucio Perone, Peppe Perone, Beverly Pepper, Cesare Pietroiusti, Giuseppe Pietroniro, Cristiano Pintaldi, Sergio Ragalzi, Antonio Riello, Sandro Sanna, Giuseppe Spagnulo, Massimo Uberti e dei galleristi Fabio Sargentini, Emilio Mazzoli, Massimo Minini e Alfonso Artiaco.

Battitore d’asta è Giovanni Albanese.

L’asta alla Temple Gallery costituirà anche una sorta di preview del ciclo di mostre sulla quinquennale attività de I Martedì Critici che verranno ospitate negli spazi espositivi dell’Università americana a partire dal prossimo ottobre 2015 e fino al 2016, di cui vi daremo maggiori informazioni nei prossimi giorni.

Rinfresco offerto da Terra dei Sapori, Azienda Agricola con sede a Trevignano.

Si ringraziano Spedart e la Temple University Rome per la preziosa collaborazione.

Scarica il CATALOGO DELL’ASTA:

Catalogo Opere La Grande Asta III I Martedì Critici

Per INFO:
ASSOCIAZIONE CULTURALE I MARTEDI CRITICI
Tel. +39 339 7535051
info@imartedicritici.it

Riprendono gli appuntamenti de I Martedì Critici, a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti, nel mese di Maggio 2015, dove saremo ospiti del Museo Macro di Roma, (via Nizza 138, Roma, Sala Cinema) sempre con il consueto format ad ingresso libero fino a esaurimento posti.

Anche per questo ciclo avremo la collaborazione del nostro storico media partner Artribune, della rivista EQUIPèCO e social media e web partner Art and Social Media;  grazie alla sponsorizzazione di Spedart e Terra di Sapori e di Saperi, al supporto fotografico di  Sebastiano Luciano e la grafica di Alessandro Palmigiani.

Calendario incontri I Martedì Critici di Maggio 2015:

martedì 12 Maggio 2015, Museo Macro, Roma, h. 17.30: Roberto Almagno

martedì 19 Maggio 2015, Museo Macro, Roma, h. 17.30: Simona Marchini

martedì 26 Maggio 2015 , Museo Macro, Roma, h.17.30: Giuseppe Pietroniro

Vi aspettiamo!


Venerdì 8 Maggio, 2015  alle ore 9.30

Venezia, Isola di San Servolo, Sala Teatro.

Convegno

GLI STATI GENERALI DELLA CRITICA D’ARTE

organizzato dall’associazione culturale I Martedì Critici

dalle h. 9.30 alle h. 19.30

Ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti

Cambia il mondo e con esso cambia il mondo dell’arte: può non cambiare la critica d’arte? E poi: quale critica d’arte? La giornata di studi veneziana intende mettere a fuoco alcune problematiche inerenti la natura, la necessità e l’attualità della critica d’arte oggi nonché gli aspetti formativi e i rapporti intrattenuti con il mondo dell’arte, dai musei alle gallerie, dalla carta stampata al web.

In occasione della 56a Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, il Collegio Internazionale Cà Foscari e San Servolo Servizi d’intesa con la Provincia di Venezia propongono quattro momenti di studio. Gli incontri intendono individuare e approfondire le relazioni esistenti tra líarte e le suggestioni che giungono dalla realtà contemporanea. La critica, i videogame, la musica, la competenza. Quattro chiavi di lettura proposte da quattro istituzioni impegnate su questi fronti con il supporto degli studenti del Collegio Internazionale Cà Foscari che ha sede a San Servolo.

Al termine del convegno

dalle h. 18.00  alle h. 19.00

Presentazione del libro:

I Martedì Critici 2010/2015 – La parola all’arte, edito da Maretti Editore

con la presenza degli autori. Sarà anche possibile vedere la proiezione integrale dei video-report di alcuni tra i più importanti artisti intervistati a I Martedì Critici. In programma i video di Joseph Kosuth, Jannis Kounellis, Mimmo Jodice,  Nunzio, Luigi Ontani, Gianfranco Baruchello, Renato Mambor e altri.

acquista il libro

Scarica il programma.

per info:

San Servolo Servizi

tel. 041.2765001

sanservolo.provincia.venezia.it unive.it/collegiointernazionale

Si ringrazia:

San Servolo Servizi

Collegio Internazionale San Servolo

Ive Iniziative Venete

Coop Culture


Riprendono gli appuntamenti de I Martedì Critici, giunti al sesto anno di attività. Le prime tre date, a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti, ci vedono ospiti del Museo Maxxi di Roma, con la collaborazione come media partner di Artribune ed EQUIPèCO, social media e web partner Art and Social Media e con la sponsorizzazione di Spedart.

In elenco i prossimi appuntamenti, save the date!

Calendario incontri I Martedì Critici di Aprile 2015:

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Nicola Carrino: martedì 14 Aprile, Museo Maxxi, Roma,

Museo MAXXI B.A.S.E.

Via Guido Reni, 4A, 00196 Roma

Sala Graziella Lonardi Buontempo

h. 18.00

Mario Pieroni: martedì 21 Aprile, Museo Maxxi, Roma,

Museo MAXXI B.A.S.E.

Via Guido Reni, 4A, 00196 Roma

Sala Graziella Lonardi Buontempo

h. 18.00

Franco Purini: martedì 28 Aprile, Museo Maxxi, Roma,

Museo MAXXI B.A.S.E.

Via Guido Reni, 4A, 00196 Roma

Sala Graziella Lonardi Buontempo

h. 18.00


Conclusa la tappa napoletana, I Martedì Critici ritorneranno a Roma in primavera. Sono in programma  e in via di definizione, tra Aprile e Maggio,  otto appuntamenti tra il Museo MAXXI e il Museo MACRO.


Gli incontri napoletano si sono conclusi il 24 febbraio scorso con al serata dedicata ad ANGELA VETTESE.


Il 10 febbraio è stata la volta di un altro celebre gallerista italiano MASSIMO MININI mentre il 17 febbraio  protagonista è stata la fotografia con ANTONIO BIASIUCCI.


Gli appuntamenti de I Martedì Critici sono ricominciati lo scorso 3  febbraio 2015 al Museo MADRE di Napoli con l’incontro dedicato al grande gallerista  ALFONSO ARTIACO.

ospiti

Il primo anno di programmazione dei I Martedì Critici – 16 febbraio – 21 dicembre 2010-, svoltosi interamente nella casa/studio del fondatore degli incontri Alberto Dambruoso in via Carlo Botta 28 (Colle Oppio) a Roma, ha visto la presenza, distribuita in trenta appuntamenti, dei seguenti artisti:

Luana Perilli 

Maurizio Donzelli

Francesco Cervelli

Cesare Tacchi 

Dino Pedriali 

Pierluigi Febbraio 

Mauro Di Silvestre 

Andrea Aquilanti 

Delphine Valli 

Gianfranco Gorgoni 

Octavio Floreal 

Simone Bertugno 

Alessandro Bulgini 

Pietro Ruffo

Raul Gabriel 

Riccardo Murelli 

Mehran Elminia 

Angelo Bellobono 

Christian Breed 

Paolo Angelosanto 

Danilo Bucchi  

Renato Mambor

Simone Pellegrini 

Sandro Sanna

Alessandra Giovannoni 

Antonello Viola 

Daniela Perego 

Massimo Pulini

Flavio Favelli 

Giacinto Occhionero 

 

Nella primavera del 2011 è iniziato il secondo anno di programmazione degli incontri nella nuova sede dell’Auditorium di Mecenate a Roma.   Qui di seguito i nomi degli artisti che hanno preso parte alla programmazione primaverile degli incontri:

22 Marzo 2011 – Robert Gligorov

29 marzo 2011 – Maurizio Mochetti

05 aprile 2011 – Loris Cecchini

12 aprile 2011 – Maurizio Cannavacciuolo

19 aprile 2011 – Bianco e Valente

26 aprile 2011 – Matteo Montani

3 maggio 2011 – Bertozzi & Casoni

10 maggio 2011 – Alfredo Pirri

17 maggio 2011 – Arcangelo Sassolino

20 settembre 2011 – Luigi Ontani

31 maggio 2011 – Marco Tirelli

 

A partire dalla stagione autunnale del 2011 I Martedì Critici hanno incontrato l’interesse ed il sostegno logistico di Incontri Internazionali d’Arte nella figura di Gabriella Buontempo e di Corto Arte Circuito nella figura di Beatrice Bordone Bulgari. Tale stagione che si è aperta il 20 settembre e si è conclusa il 29 novembre 2011,  ha visto la partecipazione dei seguenti artisti:

20 settembre 2011 – Cristiano Pintaldi

27 settembre 2011 – Adrian Paci

4 ottobre 2011 – Grazia Toderi

11 ottobre 2011 – Luca Pignatelli

18 ottobre 2011 – Fabrizio Plessi

25 ottobre 2011 – Perino & Vele

8 novembre 2011 – Goldiechiari

15 novembre 2011 – Luca Vitone

22 novembre 2011 – Jack Sal

29 novembre 2011 – Joseph Kosuth

 

Durante la pausa invernale di Roma, I Martedì Critici si sono spostati al Museo Pecci di Milano, dove dal 6 dicembre 2011 al 31 gennaio 2012, seguendo lo stesso format, sono stati invitati i seguenti artisti:

6 dicembre 2011 – Hidetoshi Nagasawa

13 dicembre  2011 – Giuseppe Spagnulo

20 dicembre  2011 – Nunzio

10 gennaio 2012 – Andrea Mastrovito

24 gennaio 2012 – Marco Cingolani

31 gennaio 2012 – Remo Salvadori

 

Dal 14 febbraio al 20 marzo i Martedì Critici si sono svolti poi presso il PAN di Napoli con la partecipazione dei seguenti artisti:28 febbraio – 

14 febbraio 2012 –  Mimmo Jodice

21 febbraio 2012  – Betty Bee

28 febbraio 2012 – Giancarlo Neri

6 marzo  2012 – Lucio e Peppe Perone

13 marzo  2012 – Sergio Fermariello

27 marzo 2012  – Ernesto Tatafiore

 

Dal 27 marzo al 5 giugno 2012 la programmazione primaverile 2012 ha ripreso presso lo spazio dell’Auditorium di Mecenate con i seguenti artisti:

27 marzo  2012 – H. H. Lim

10 aprile  2012 – Felice Levini

3 aprile 2012Stefano Di Stasio

17 aprile 2012 –Pietro Fortuna

24 aprile 2012 – Liliana Moro

15 maggio 2012 – Giosetta Fioroni

22 maggio 2012 – Gilberto Zorio

5 giugno 2012 – Paolo Canevari

8 maggio 2012 – Gianfranco Baruchello

29 maggio 2012 – Antonio Riello

 

Dopo la pausa estiva, la nuova stagione de I Martedì Critici è iniziata il 18 settembre scorso (2012) nella nuova e prestigiosa sede del Chiostro del Bramante dopo le note controversie avute con la Sovrintendenza ai Beni Artistici e Architettonici di Roma che aveva imposto all’Associazione un tariffario oneroso per il nolo dell’Auditorium di Mecenate.

I partner delle scorse edizioni, Incontri Internazionali d’Arte e Cortoartecircuito hanno deciso di non offrire più la loro collaborazione al proseguo del progetto anche a seguito dell’aumento delle spese dell’Auditorium imposto dalla Sovrintendenza e dall’ultima tornata autunnale  (settembre – novembre 2012) I Martedì Critici si sostengono quasi esclusivamente grazie agli aiuti profusi dai due curatori del progetto, insieme ad una sponsorizzazione da parte di Fastweb.

Da ottobre 2012 a gennaio 2013  l’Alitalia ha mandato in onda sugli screen dei suoi aerei uno short di alcuni report della passata stagione.

La stagione autunnale conclusasi il 6 novembre 2012 ha visto la partecipazione dei seguenti artisti:

18 settembre 2012 – Sergio Lombardo

25 settembre 2012 – Luca Maria Patella

2 ottobre 2012 – Vittorio Messina

25 settembre 2012 – Andrea Fogli

16 ottobre 2012 – Giuseppe Salvatori

23 ottobre 2012 – Daniele Puppi

30 ottobre 2012 – Giuseppe Gallo

6 novembre 2012 – Piero Pizzi Cannella

 

Conclusasi la stagione autunnale romana al Chiostro del Bramante, I Martedì Critici si sono trasferiti a Milano per la programmazione  invernale degli incontri al Museo Pecci per il secondo anno consecutivo.

Dal 22 gennaio al 2 aprile  2013 si sono avvicendati nell’ordine i seguenti artisti:

22 gennaio 2013 – Emilio Isgrò

29 gennaio 2013 – Paolo Grassino

5 febbraio 2013 – Chiara Dynys

12 febbraio 2013 – Giovanni Albanese

19 febbraio 2013 – Sergio Ragalzi

12 marzo 2013 – Marco Gastini

19 marzo 2013 – Marco Neri

26 marzo 2013 – Paolo Icaro

2 aprile 2013 – Mario Airò

Nella conduzione delle serate, ad Alberto Dambruoso si sono alternati altri critici come Marco Meneguzzo, il direttore del Pecci Marco Bazzini e il curatore del Pecci Stefano Pezzato, dopo che Marco Tonelli non ha più potuto seguire il progetto a seguito della sua nomina ad assessore alla cultura a Mantova.

Il 9 aprile 2013 ha avuto inizio il ciclo di incontri primaverili nella sede romana del Chiostro del Bramante.

Dopo la rinuncia di Marco Tonelli ad affiancare l’ideatore e animatore del progetto Alberto Dambruoso, è stato Guglielmo Gigliotti, critico d’arte romano, professore di storia dell’arte all’Accademia di Belle Arti di Napoli, redattore del Giornale dell’Arte e grande sostenitore del format fin dai tempi della prima sede di via Carlo Botta 28 a Colle Oppio.

Qui di seguito l’elenco degli artisti che hanno preso parte agli incontri primaverili 2013:

9 aprile 2013 – Gianni Dessì

16 aprile 2013 – Alberto Di Fabio

30 aprile 2013 – Bizhan Bassiri

7 maggio 2013 – Gregorio Botta

14 maggio 2013 – Claudio Verna

21 maggio 2013 – Jannis Kounellis

28 maggio 2013 – Maurizio Savini

 

Martedì 17 settembre 2013 ha avuto inizio la programmazione autunnale de ” I Martedì Critici” romani al Chiostro del Bramante.

Qui di seguito l’elenco degli artisti che hanno preso parte agli incontri autunnali:

24 settembre 2013 – Nanni Balestrini

1 ottobre 2013 – Giancarlo Limoni

2 ottobre 2013 – Mario Ceroli raccontato da Maurizio Calvesi

8 ottobre 2013 – Piero Mottola

15 ottobre 2013 – Bruno Ceccobelli

22 ottobre 2013 – Roberto Pietrosanti

29 ottobre 2013 – Bruna Esposito

5 novembre 2013 – Andrea Salvino

 

A partire dal 12 novembre 2013 si è svolta per il terzo anno consecutivo la programmazione  dei Martedì Critici al Museo Pecci di Milano. Qui di seguito l’elenco degli artisti che hanno preso parte agli incontri  della stagione invernale 2013/2014:

12 novembre 2013 – Mauro Staccioli

19 novembre 2013 – Botto e Bruno

10 dicembre 2013 – Massimo Uberti

17 dicembre 2013 – Massimo Bartolini

28 gennaio 2014 – Gabriele Di Matteo

4 febbraio 2014 – Vedovamazzei

11 febbraio 2014 – Stefano Arienti

11 marzo 2014 – Vittorio Corsini

18 marzo 2014 – Michelangelo Pistoletto

 

Il 1° aprile 2014 ha avuto inizio una nuova programmazione dei Martedì Critici “romani” dapprima al Chiostro del Bramante  e successivamente, dal secondo all’ultimo incontro, presso il Museo Macro di Roma (via Nizza), a causa dell’inaccessibilità della sede del Chiostro del Bramante a seguito di lavori di straordinaria manutenzioni imposti dalla Sovrintendenza ai Beni artistici e architettonici.

Tale programmazione, oltre alla novità del cambio di sede si è  contraddistinta anche per la novità della partecipazione di alcuni tra i più noti e affermati galleristi e storici dell’arte italiani (fino a quel momento gli incontri erano dedicati esclusivamente agli artisti).

Si riporta qui di seguito la lista degli artisti, dei galleristi e degli storici dell’arte che hanno preso parte alla programmazione primaverile 2014:

1 aprile 2014 – Emilio Mazzoli

8 aprile 2014 – Gianfranco Notargiacomo

15 aprile 2014 – Pio Monti

22 aprile 2014 – Claudia Peill

29 aprile 2014 – Donato Piccolo

6 maggio 2014 – Maurizio Calvesi

13 maggio 2014 – Paola Gandolfi

27 maggio 2014 – Enrico Crispolti

3 giugno 2014 – Marco Colazzo

 

La programmazione de “I Martedì Critici” è ripartita, dopo la pausa estiva, il 23 settembre 2014 nella nuova sede del Museo Maxxi di Roma con l’incontro dedicato al grande gallerista, attore e poeta Fabio Sargentini.

23 settembre 2014 – Fabio Sargentini

30 settembre 2014 – Paolo Portoghesi

7 ottobre 2014 – Cesare Pietroiusti 

14 ottobre 2014 – Lia Rumma

Gli ultimi due appuntamenti della stagione si sono tenuti al Museo Macro di Roma e hanno visto protagoniste il 28 ottobre la scultrice americana Beverly Pepper e il 4 novembre la grande critica e giornalista d’arte Lorenza Trucchi.

28 ottobre 2014 – Beverly Pepper

4 novembre 2014 – Lorenza Trucchi

 

Nel 2015 I Martedì Critici vedono lo svolgersi della programmazione accolti da tre prestigiosi musei, il Museo Madre di Napoli, il Museo Maxxi e il Museo Macro di Roma.

Museo Madre di Napoli:
3 febbraio 2015 – Alfonso Artiaco

10 febbraio 2015 – Massimo Minini

17 febbraio 2015 – Antonio Biasiucci

24 febbraio 2015 – Angela Vettese

 
Museo Maxxi Roma:

14 aprile 2015 – Nicola Carrino

21 aprile 2015 – Mario Pieroni

28 aprile 2015 – Franco Purini

 

Museo Macro di Roma:
12 maggio 2015 – Roberto Almagno

19 maggio 2015 – Simona Marchini

26 maggio 2015 – Giuseppe Pietroniro

 

Il nuovo ciclo de “I Martedì Critici” rinnova la consueta formula dell’intervista pubblica, coinvolgendo di volta in volta interlocutori diversi – tra cui Guglielmo Gigliotti, Shara Wasserman, Lorenzo Canova, Marco Di Capua, Sara De Chiara – che affiancheranno Alberto Dambruoso nella conduzione delle serate. Gli incontri di questa stagione romana si svolgeranno inoltre in diverse sedi:

Tempietto del Bramante, Roma:
22 Settembre 2015 –  Bernardì Roig
Temple University, Roma:
29 Settembre 2015 – JONATHAN VANDYKE

La Quadriennale di Roma:

06 Ottobre 2015 – Francesco Nucci 

 

Museo Macro, Roma:

20 Ottobre 2015 – Franz Paludetto 

27 Ottobre 2015 – MANFREDI BENINATI

05 Aprile 2016 – NINÌ SANTORO

19 Aprile 2016 – CONCETTO POZZATI

26 Aprile 2016 – GIORGIO GRIFFA

03 Maggio 2016 – FEDERICO PIETRELLA

 

Tempietto del Bramante, Roma:

10 Maggio 2016 – Pierluigi Pusole

17 Maggio 2016 – Ferran Barenblit

24 Maggio 2016 – Carlos Garaicoa

31 Maggio 2016 – Alessandro Piangiamore

 

Accademia di Belle Arti, Roma:

20 Settembre 2016 – ACHILLE PACE

27 Settembre 2016 – Lucilla Catania

04  Ottobre 2016 – Antonio Paolucci

11 Ottobre 2016 – Luca Rossi

18 Ottobre 2016 – Maria Teresa Benedetti

20 Ottobre 2016 – Renzogallo

 

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Roma:

06 Dicembre 2016 – Carlo Maria Mariani

 

Istituto Italiano Cultura Il Cairo:

11 Aprile 2017 – ARON DEMETZ

Tempietto del Bramante, Roma:

02 Maggio 2017 – ANTONI MUNTADAS

09 Maggio 2017 – ITALO TOMASSONI

16 Maggio 2017 – JORDI COLOMER

26 Maggio 2017 – MARIA MORGANTI

 

Istituto Italiano Cultura Il Cairo:

26 settembre 2017 – MOATAZ NASR

 

Art Forum Würth Capena:

03 ottobre 2017 – HERMANN NITSCH

 

Accademia di Belle Arti di Roma:

10 ottobre 2017 – MIRCEA CANTOR

17 ottobre 2017 – MEMMO MANCINI

24 ottobre 2017 – FRANCESCO DE GRANDI

31 ottobre 2017 – FULVIO DI PIAZZA

07 novembre 2017 – BEPPE MORRA

07 aprile 2018 – IGINIO DE LUCA

24 aprile 2018 – DANILO ECCHER

 

Art Forum Würth Capena:

15 maggio 2018 – Markus Redl

 

Accademia di Belle Arti di Roma:

29 Maggio 2018, ore 18.00 – GIOACCHINO PONTRELLI

5 Giugno 2018, ore 18.00 – NICOLA VERLATO

 

Visionarea Art Space:

25 Settembre 2018, ore 19.00 – Mary Zygouri

09 Ottobre 2018, ore 19,00  – Stefania Miscetti

13 Novembre 2018, ore 19,00- Miltos Manetas

22 gennaio 2019, ore 19.00 – Shady El Noshokaty

29 gennaio 2019, ore 19.00 – Ibrahim Ahmed

12 febbraio 2019, h. 19.00 – Alessandra e Valentina Bonomo

26 febbraio 2019, ore 19.00 – Luce Monachesi

26 marzo 2019, h. 19.00 – Renato Barilli

2 Aprile 2019 ore 19.00 – Marina Paris

23 aprile 2019, h. 19.00 – Lamberto Pignotti

7 Maggio 2019, ore 19.00 – Maria Papadimitriou

 

Accademia di Belle Arti di Roma:

14 Maggio 2019, ore 19.30 – Roberto Gramiccia

21 Maggio 2019, ore 17.30 – Liliana Dematteis

28 Maggio 2019 ore 17.30 – Matteo Basilé

04 Giugno 2019 ore 17.30 – Lamberto Teotino