Risultati per: “staccioli” …

I Martedì Critici – Mauro Staccioli

MAURO STACCIOLI

12 novembre 2013, ore 19.30

Museo Pecci, Milano

a cura di Alberto Dambruoso e Stefano Pezzato

con la collaborazione di Sara De Chiara

 

L’Associazione culturale I Martedì Critici e il Centro Pecci di Prato  sono lieti di annunciare l’apertura della terza stagione degli incontri al Museo Pecci di Milano, a cura di Alberto Dambruoso e Stefano Pezzato, martedì 12 novembre 2013.

Ospite dell’appuntamento inaugurale del nuovo ciclo milanese è Mauro Staccioli (Volterra, 1937).

Dopo aver conseguito il diploma all’Istituto d’Arte nel 1954, Staccioli si trasferisce in Sardegna nel 1960, dove comincia l’attività di insegnante e fonda il Gruppo di Iniziativa, insieme a giovani artisti e intellettuali sardi. Nel 1963 si trasferisce a Milano, dove continua la sua attività di docente e, dopo una breve fase di sperimentazione nella pittura e nell’incisione, trova la sua vera vocazione nella scultura. Dalla fine degli anni Sessanta, Staccioli sviluppa una idea originale di scultura, inscindibile dal luogo in cui è collocata e che con esso instaura un dialogo intimo, in grado di risignificare lo spazio in cui si inserisce e di aprirlo a nuove esperienze e percezioni. Da questa pratica nasceranno rassegne importanti, comeSculture in città (1972) e Volterra ’73, quest’ultima curata da Enrico Crispolti, in cui la scultura esce dagli spazi consueti del museo e della galleria per entrare a fare parte del tessuto urbano, del territorio, e agendo con la propria presenza in un luogo, sia fisico, sia sociale. Le sculture infatti esprimono il clima politico violento di quegli anni e rivelano l’impegno dell’artista nell’elaborazione del suo progetto artistico. Invitato alla Biennale di Venezia del 1978, Staccioli realizza un muro di cemento alto otto metri, che ostruisce la visuale e ostacola l’accesso al Padiglione Italia. Le sculture dell’artista sono caratterizzate dall’impiego di materiali comuni, come cemento, ferro, mattoni, marmo, e compongono geometrie semplici. Spesso di dimensioni monumentali, le opere di Staccioli destano nello spettatore un senso di meraviglia, come se racchiudessero lo stesso segreto contenuto nelle forme delle strutture preistoriche. Nelle sculture realizzate degli anni Ottanta e Novanta, viene maggiormente sviluppato l’aspetto legato all’equilibrio: ruote, archi, triangoli sono come apparizioni metafisiche; le opere si trovano in bilico, in una sospensione che le rende senza tempo.

Numerose sono le mostre personali di Mauro Staccioli a partire dagli anni Settanta. Fondamentale per il rapporto tra scultura e ambiente è la mostra Lettura di un ambiente tenutasi al Castello di Vigevano nel 1977; negli stessi anni espone anche nelle sale di alcune gallerie milanesi. L’attività espositiva di Staccioli è strettamente connessa ai suoi interventi in spazi pubblici:nel 1982 costruisce la grande installazione in cemento nel parco di Celle di Santomato a Pistoia; negli anni successivi, viene inviato a realizzare installazioni in Europa e in tutto il mondo. Nel 1984 tiene la sua prima mostra personale negli Stati Uniti, alla University Gallery di Amherst in Massachussetts, occasione in cui installa il grande plinto sospeso sulla sua scalinata, poi espone a La Jolla Museum of Contemporary Art di San Diego e realizza, tra il 1987 e il 1991, una serie di installazioni nel parco della Djerassi Foundation di Woodside in California. Le sue sculture, in stretta relazione con l’architettura, sono state esposte presso la Rotonda della Besana a Milano (1987), davanti al Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato (1988) e nel piazzale principale del Parco Olimpico di Seul (1988). Tra gli interventi più recenti, ricordiamo il celebre Equilibrio sospeso al Rond Point de l’Europe a Bruxelles (1998); l’installazione della scultura Quadrato dai lati curvi a Piazza del Duomo a Milano (2008); la Piramide 38° parallelo nel parco di sculture Fiumara d’Arte a Motta D’Affermo (Messina, 2010); la scultura in acciaio Roma 2011 di fronte alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna; Cerchio imperfetto nel giardino interno dell’Universitа Bocconi di Milano (2012). In anni recenti si sono susseguite diverse mostre antologiche: nel 2009 Staccioli è stato celebrato dalla grande mostra Volterra – Luoghi d’esperienza, poi nel 2011 a Catanzaro, contemporaneamente al museo MARCA e al Parco archeologico di Scolacium, e nel 2012 le gallerie Niccoli a Parma e Il Ponte a Firenze hanno organizzato una mostra sulle sculture degli anni ’70 dal titolo Mauro Staccioli – Gli anni di cemento.

Staccioli è membro associato dell’Académie Royale des Sciences, des Lettres et des Beaux-arts de Belgique e Accademico Nazionale di San Luca.

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

I Martedì Critici – Antonio Presti

 

Antonio Presti
Martedì 25 Febbraio 2020 ore 19.00
VISIONAREA ART SPACE
a cura di Alberto Dambruoso e Bruno Di Marino

Martedì 25 febbraio ha avuto il nono appuntamento stagionale de «I Martedì Critici», gli incontri con i protagonisti della scena contemporanea organizzati dall’«Associazione Culturale I Martedì Critici», giunti al decimo anno di attività.

Tale format si colloca nel più ampio progetto Visionarea Art Space, incubatore di idee che propone e promuove progetti di artisti contemporanei nazionali e internazionali, e che si avvale fin dalla prima edizione del fondamentale sostegno del Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele e della Fondazione Cultura e Arte, ente strumentale della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale di cui il Prof. Emanuele è il Presidente.

La programmazione prevede la partecipazione di numerose figure di primo piano del mondo dell’arte contemporanea, attive in Italia e all’estero, in una serie di appuntamenti che si svolgeranno presso diverse sedi, dal Visionarea Art Space all’Accademia di Belle Arti di Roma..

Il tema comune del secondo ciclo di incontri stagionali è stato “il Mediterraneo”, simbolo di culture antiche e moderne, luogo di incontri e scambi, spazio di conquiste, scoperte e conoscenza. Un Mare attorno al quale sono nate e cresciute alcune tra le più importanti civiltà dell’occidente e dell’oriente di questa parte di mondo, e si sono sviluppate le caratteristiche, uniche e peculiari, delle popolazioni che l’hanno vissuto e navigato. Maestri di chiara fama ed emergenti dal riconosciuto valore professionale saranno invitati presso il Visionarea Art Space per discutere della propria arte, di significati e poetiche, ma anche di una cultura comune, quella di area mediterranea appunto, che ha influenzato e caratterizzato nei secoli la produzione artistica e culturale delle nostre terre.

Ospite del nono appuntamento stagionale de  «I Martedì Critici» è stato Antonio Presti

Nato a Messina, è impegnato da anni in Italia e nel mondo, a creare una coscienza legata alla cultura ma soprattutto ad uno spirito etico, che si forma proprio attraverso un rapporto differente con la bellezza. Tra le iniziative la creazione del parco di sculture monumentali nella Valle dei Nebrodi in Sicilia Fiumara d’Arte, dell’Atelier sul Mare, un albergo-museo a Castel di Tusa, in provincia di Messina e la realizzazione del Chilometro di tela, che ha chiamato a raccolta, durante i numerosi anni della sua realizzazione, numerosissimi artisti. A Catania ha creato la Devozione alla Bellezza, con il Cero di S.Agata, la Casa-d’Arte Stesicorea, l’evento di poesia Il treno dei Poeti, e ancora Terzocchio – Meridiani di Luce rivolto al quartiere periferico di Catania Librino, dove Presti chiamerà a collaborare alcuni tra i più importanti artisti internazionali e grandi fotografi. Questi ultimi avranno l’incarico di fotografare l’anima del quartiere: la gente”
Sempre a Librino realizza la “Porta della Bellezza”, un progetto che mira, a ricostruire un’integrità spezzata, facendo ritrovare identità e specificità di luogo a un non luogo tra i tanti del quartiere Librino, e contribuendo quindi a promuovere il senso di appartenenza nei suoi abitanti. E ancora Il Cantico di Librino, progetto artistico che ha coinvolto 10 fotografi e migliaia di cittadini che hanno ribattezzato la loro esistenza nel nome di San Francesco.
A Fiumara d’Arte, presso la monumentale Piramide – 38° Parallelo di Mauro Staccioli situata sull’altura di Motta d’Affermo, opera in acciaio Cort-en alta 30 metri che sintetizza la coesistenza degli opposti, ogni anno per il solstizio d’estate Presti propone “Il rito della luce”. I giorni del solstizio d’estate si tingono così di un’atmosfera magica: artisti, poeti, attori, performers, studenti di varie Accademie di Belle Arti, etc., sono protagonisti del Rito della Luce. Un’opera corale dove ogni artista rappresenta un valore di bellezza non individuale ma universale.Info e contatti:

ASSOCIAZIONE CULTURALE I MARTEDÌ CRITICI
Tel. +39 339 7535051
info@imartedicritici.ithttp://www.imartedicritici.com
Visionarea Art Space
Via della Conciliazione 4 – 00193 – Roma
http://www.visionarea.orginfo@visonarea.org
Sponsor:
Hidalgo Associazione culturale
Media partners:
ARTRIBUNE e Artribune TV
Marica Messa
In collaborazione con:
Chorus Cafè
Auditorium Conciliazione
Con il supporto di:
FCeA Fondazione Cultura e Arte
Partners:
ArtistProof Communication Lab
Roma Capitale
Assessorato alla Cultura e Turismo Dipartimento Cultura
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

I Martedì Critici – Roberto Pietrosanti

ROBERTO PIETROSANTI

22 ottobre 2011,  ore 20.00

Chiostro del Bramante, Roma

a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

con la collaborazione di Sara De Chiara e Eleonora Aliano

Ospite del sesto appuntamento dei Martedì Critici al Chiostro del Bramante è Roberto Pietrosanti, (L’Aquila, 1967).

Trasferitosi a Roma dalla fine degli anni Ottanta, inizia il suo percorso artistico sotto la guida di tre grandi artisti, quali Bruno Ceccobelli, Fabio Mauri e Mauro Staccioli. Parallelamente Pietrosanti matura una sua personale ricerca, che sembra trovare nel tessuto urbano e nella storia di Roma un polo costante con cui la sua riflessione artistica si confronta: l’elemento classico, che si ritrova nel rigore compositivo dei suoi lavori e nell’eleganza delle forme. Prima dell’esordio artistico, l’artista ha avuto una formazione in campo musicale, che è possibile rintracciare nella sua produzione visiva, per esempio nella ripetizione degli stessi segni o forme. A metà strada tra scultura e architettura, le opere di Pietrosanti si distinguono per l’indagine dello spazio circostante che l’artista persegue e in cui il monocromo, che delinea l’orizzonte all’interno del quale si muove tutta la sua ricerca, da attributo relativo al cromatismo diventa qualità dello spazio. Elementi geometrici semplici, tra superfici e volumi, vengono caricati di tensioni, che pulsano grazie all’uso di metalli. Lamine di rame, ottone e spilli rendono dinamiche le superfici, cercando di raggiungere un equilibrio, che tuttavia non cela la natura duplice dell’arte, la combinazione di due forze, che potremmo definire apollinea e dionisiaca.

Tra le recenti mostre di Pietrosanti, ricordiamo “Arte Contemporanea Lavori in corso 10”, presso il Macro di Roma nel 2000; “Migranti”, opera site specific insieme con Elvio Chiricozzi presso lo Studio d’Arte Contemporanea Pino Casagrande a Roma; l’installazione con le sfere di rame serrate tra le pareti e un muro in cemento per la fondazione Volume!, a Roma nel 2003. Nel 2004 ha partecipato alla rassegna “Monocromos. Da Malevic al presente”, presso il Reina Sofia di Madrid e alla X edizione della Biennale di Architettura di Venezia. Presso la galleria A.A.M di Roma si è tenuta nel 2006 la personale “Nel bianco”; nel 2009 partecipa alla mostra “Confines”, a cura di Vincenzo Trione e Consuelo Císcar Casabán, negli spazi del Museo IVAM di Valencia. Nel settembre 2012 è inaugurata l’installazione sulla scalinata esterna al Museo dell’Ara Pacis, oggi collocata nella riserva naturale della Tenuta dei Massimi a Roma. Nel 2013 ha partecipato alla mostra “Post  Classici” tenutasi ai Fori Imperiali e sul Palatino di  Roma. Pietrosanti ha realizzato inoltre progetti per il teatro e la danza contemporanea con le compagnie Altroteatro e Sistemi Dinamici Altamente Instabili.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Metti un martedì sera, a casa di Alberto Dambruoso

Riparte da Roma il tradizionale ciclo di art talk serali, capitanato da Alberto Dambruoso. I Martedì Critici continuano il loro viaggio nell’arte italiana, con un bagaglio davvero niente male: tre anni di incontri, tre città ospitanti, cinque sedi e quasi cento artisti. Cento meno uno. Che è il prossimo della lista, atteso per martedì 17 settembre. Un momento di amarcord, ma anche di progetti e riflessioni, insieme al critico che si inventò il fortunato progetto, tra le mura di casa sua.

Alberto Dambruoso, Jannis Kounellis e Guglielmo Gigliotti – foto Sebastiano Luciano

Alberto Dambruoso, Jannis Kounellis e Guglielmo Gigliotti – foto Sebastiano Luciano

Partiamo dal principio. I Martedì Critici nascono, su tua iniziativa, in una chiave piuttosto intima, come una specie di progetto non profit casalingo. Mi racconti?
Era il 16 febbraio del 2010. Tutto nacque a Roma, all’interno di un loft in via Carlo Botta 28, sul Colle Oppio, un tempo adibito a garage per le carrozze del soprastante convento di San Giuseppe di Cluny. Ero rientrato in Italia pochi mesi prima da New York, dove, stanco del sistema italiano, avevo deciso di trasferirmi per un po’: fu un artista, che aveva utilizzato lo spazio come studio/abitazione, a propormi di rilevarlo. E così mi trasferii. Fatti i doverosi aggiustamenti, il loft assomigliava sempre più a una sorta di galleria con tanto di vetrina su strada. A quel punto mi si è accesa la lampadina: le potenzialità di socializzazione culturale dello spazio erano altissime. Ne parlai subito con Micol Di Veroli, con la quale avevo curato di recente una mostra, e la cosa le piacque molto. Le idee mi si chiarirono in fretta. Tutto quel che volevo fare per quel posto era invitare un artista, chiedergli di portare qualche opera recente – da allestire come se si trattasse di una galleria – e poi girare i divani di casa, in modo da permettere alla gente di sedersi, guardare e ascoltare la discussione scaturita dalla triangolazione circolare tra opera, critico e artista. Così sono nati gli incontri.

Incontri casuali, quanto fortunati. L’idea ha funzionato da subito?
Direi di sì. È bastata qualche mail e un po’ di tam tam sui i social network, perché tantissime persone prendessero via via a partecipare. Spazio strapieno, tanto che i cinquanta metri quadri dello studio spesso nemmeno bastavano. In quell’oramai storico primo anno abbiamo presentato trentadue artisti, tra i quali Renato Mambor, Gianfranco Gorgoni, Cesare Tacchi, Alessandra Giovannoni, Gianfranco Gorgoni, Dino Pedriali, Flavio Favelli, Maurizio Donzelli e tanti altri. È stato un crescendo d’interesse e di partecipazione, fino al punto che la sede era diventata davvero troppo stretta: in tanti rinunciavano ad assistere per la troppa calca. A quel punto capii che era il momento di cercare una nuova sede. Ma questo è un altro capitolo.

Martedì Critici al Pecci di Milano- Incontro con Paolo Grassino

Martedì Critici al Pecci di Milano- Incontro con Paolo Grassino

Una curiosità: la scelta del martedì è casuale? C’è una storia dietro?
No, scelta affatto casuale! Innanzitutto non è un mistero che un po’ d’ispirazione mi è venuta dai “Mardis Littéraires” di Mallarmé, che , come noto, aveva creato uno dei cenacoli più all’avangurdia nella Parigi di fin de siècle. Un altro motivo, non meno importante, sta nel fatto che la parola ‘martedì’ contiene anche la parola “arte”, dunque già nel titolo c’era tutto il senso del progetto: l’incontro sullo stesso piano tra arte e critica, senza alcuna gerarchia. Infine c’è un motivo che ha a che vedere con i detti popolari: nel vocabolario collettivo si usa dire “Lunedì nero” e così, se il lunedì è nero, il martedì non può essere che critico!

Perché nasce questo progetto? Voglio dire, a quale domanda rispondono I Martedì Critici e che cosa cercano di muovere a livello del sistema dell’arte locale e nazionale?

Non sono il solo a sostenere che I Martedì Critici hanno colmato, nel loro piccolo, una lacuna. Da tempo mancava a Roma, ma anche in altri posti in Italia, un luogo dedicato alla riflessione sull’opera, un posto di ritrovo tra artisti, storici dell’arte, appassionati o curiosi, dove poter vivere un’esperienza di evasione e arricchimento. Frequentando il mondo dell’arte da quando sono piccolo, mi ero accorto come nel tempo l’arte fosse spesso scaduta a mera vetrina, con tanto di vernissage in cui la gente tutto fa tranne che osservare le opere. I Martedì Critici si sono posti fin da subito come alternativa alle gallerie, ma anche a tanti altri spazi istituzionali, rivendicando sempre la propria indipendenza rispetto al cosiddetto sistema dell’arte. La libertà ad esempio di non dover dipendere dal mercato, né da decisioni politiche, ci ha sicuramente permesso di diventare nel tempo una voce autorevole.

A un certo punto poi il progetto si è allargato oltre Roma…

Sì ad un certo punto, grazie all’amico – artista Andrea Aquilanti, il quale dopo aver partecipato da protagonista ad un incontro, aveva parlato del progetto a Piercarlo Borgogno in contatto con il Centro Pecci, ci è arrivata poco dopo una proposta dal Museo di Prato che da qualche mese aveva aperto un distaccamento a Milano. Abbiamo così iniziato ad andare in trasferta nel dicembre del 2011. Nel 2012 ci è arrivata una richiesta anche dal Pan di Napoli e nello stesso anni siamo tornati a Milano con sette appuntamenti. A dire il vero nel tempo sono giunte altre richieste, per esempio pareva quasi chiuso un progetto di incontri a Bari. Poi, per i soliti problemi legati ai tempi della politica e alle varie poltrone che si succedono, non se n’è fatto più nulla.

I Martedì Critici con Simone Pellegrini- sede di Via Carlo Botta a Colle Oppio

I Martedì Critici con Simone Pellegrini- sede di Via Carlo Botta a Colle Oppio

Hai avuto diversi critici-partner. Li vogliamo ricordare tutti?

Devo dire che ho avuto delle ottime spalle fin dall’inizio. A partire da Micol Di Veroli, che mi ha accompagnato durante il primo anno nello studio di Colle Oppio, fino a Guglielmo Gigliotti che mi affianca dalla scorsa stagione per gli incontri romani. Gigliotti, anche se non ufficialmente, in realtà faceva già parte dello staff curatoriale dei Martedì Critici, avendo spesso partecipato alle serate delle edizioni precedenti, nel corso delle quali veniva chiamato in causa da me per le sue originali e sempre interessanti domande rivolte agli artisti. In mezzo, la collaborazione più lunga con Marco Tonelli, studioso che ho sempre stimato fin dai tempi dell’Università e che ha dovuto rinunciare a farmi da spalla dallo scorso gennaio dopo essere stato eletto assessore alla cultura presso il Comune di Mantova. E infine la presenza costante ed indispensabile di Sara De Chiara, una delle anime vere dei Martedì Critici, storica dell’arte di grande spessore, che da anni ci dà una grande mano per comunicazione e organizzazione.

Di artisti ne hai ospitati tanti in questi tre anni. Siamo quasi al numero tondo…

Conti alla mano, con Mario Ceroli, prossimo artista a intervenire sul palco dei Martedì Critici, sono novantanove gli artisti presentati ad oggi. Un numero enorme, a cui si legano davvero tanti ricordi. La maggior parte per fortuna piacevoli, tranne uno particolarmente triste: mi riferisco alla scomparsa dell’artista Paolo Picozza, dieci giorni prima dell’incontro a lui dedicato. Ciascun artista è riuscito ad apportare la sua visione dell’arte e il dibattito mi sembra sia stato sempre vivo durante le serate. Una sorta di rito che si rinnova ogni martedì.

Capitolo finanziamenti: questione spinosa, viste le difficoltà incontrate lungo il percorso. Come si finanzia il progetto?

Capitolo che ci potrebbe far capitolare! A parte la battuta, tutti sappiamo cosa significhi portare avanti in questo Paese un progetto esclusivamente di tipo culturale, in cui i curatori non prendono un centesimo e tutti i soldi se ne vanno in riprese video, spese di viaggio e ospitalità per gli artisti e infine per i collaboratori. Finora siamo riusciti ad andare avanti in vari modi: il primo anno attraverso il mio personale contributo, il secondo grazie a due associazioni culturali, Incontri internazionali d’arte e Cortoartecircuito, e l’anno scorso attraverso due sponsorizzazioni private (Fastweb e Spedart). Adesso stiamo proseguendo grazie agli introiti ottenuti da un’asta di opere donateci dagli artisti che avevano già partecipato e ad un altro contributo di Spedart.

H.H. Lim ai Martedì Critici – foto Sebastiano Luciano

H.H. Lim ai Martedì Critici – foto Sebastiano Luciano

Senza peli sulla lingua: dove avete incontrato maggiore supporto e dove invece porte chiuse e poca sensibilità?

Non saprei dirti a chi dare la palma del maggior supporto. Certamente devo ringraziare Marco Ravaglioli dell’associazione Iter – percorsi di cultura che ci ha permesso di entrare gratuitamente il secondo anno all’Auditorium di Mecenate, la Dart – Chiostro del Bramante, che ugualmente ci ospita con le stesse modalità dallo scorso anno, Beatrice Bulgari presidente di Cortoartecircuito, Paola Ugolini che né è il direttore artistico e Gabriella Buontempo presidente di Incontri Internazionali d’Arte che hanno finanziato un intero anno di programmazione, il Centro Pecci di Prato, che da due anni patrocina i Martedì Critici al Pecci di Milano e, non ultimo, tutti coloro che hanno deciso di fare l’iscrizione all’Associazione Culturale I Martedì Critici.
Chi sicuramente non dobbiamo ringraziare sono il Comune di Roma, che nella figura dell’ex assessore alla cultura Gasperini ci aveva promesso di eliminare l’odiosa gabella di entrata per gli spettatori all’Auditorium di Mecenate, cosa mai mantenuta; e non dobbiamo ringraziare tanto meno la Sovrintendenza dei Beni Artistici e Architettonici di Roma che ci ha richiesto per un anno di programmazione un tariffario per il nolo della sala.

Parliamo della stagione che sta per cominciare. Anticipazioni e calendari?

Si parte a Roma, negli spazi del Chiostro del Bramante, con Mario Ceroli, uno dei più grandi scultori viventi degli ultimi cinquant’anni. Per l’occasione ci sarà anche una presentazione di Maurizio Calvesi, il critico che più di tutti si è occupato del suo lavoro. Poi Nanni Balestrini, Bruna Esposito, Bruno Ceccobbelli e altri ancora. Ad accompagnarmi durante la conduzione delle serate ci sarà anche per questa edizione Guglielmo Gigliotti. Dopo Roma I Martedì Critici approderanno anche quest’anno al Pecci di Milano, dove insieme a Stefano Pezzato, curatore del Pecci, condurremo cinque incontri prima delle festività natalizie e poi altri otto incontri tra febbraio e marzo 2014. Tra i nomi per Milano posso anticiparti quelli di Vedovamazzei, Mauro Staccioli e Botto & Bruno.

Un po’ di riflessioni. In Italia il dibattito sulla cultura e sul contemporaneo, e nello specifico quello sull’arte italiana, a che punto sta, secondo te? C’è bisogno di parlare di arte italiana? E quanto i dibattiti pubblici possono essere utili per conferire forza e identità alla scena italiana? I Martedì Criitci servono anche un po’ anche a questo?

Hai centrato esattamente il nocciolo della questione. A mio avviso manca ancora in Italia una conoscenza reale dell’arte italiana dagli anni Sessanta a oggi. C’è un bisogno assoluto di parlare di arte italiana, perché noi italiani soffriamo di esterofilia e tendiamo a sottovalutare, se non addirittura ad ignorare, l’arte prodotta dai nostri artisti, che invece io ritengo essere superiore – e anche di molto – rispetto a tanta arte prodotta in molte altrove. Un atteggiamento che credo sia nato dopo la sconfitta della Seconda guerra mondiale, quando un enorme complesso d’inferiorità cominciava ad aleggiare tra gli artisti, i critici e i galleristi italiani. A un certo punto tutto quello che veniva dall’America doveva per forza essere buono e la nostra arte era come se venisse dopo i giganti della Pop, del Minimalismo, dell’arte Concettuale, della Land art. Ciò – tolte e esperienze di Celant e Bonito Oliva – ha comportato inevitabilmente una sottovalutazione per tutti quegli artisti italiani che – da Rotella a Mauri, da Festa a Schifano e ancora Ceroli, Pascali, Angeli, Lombardo, Mambor e tanti altri – avevano invece rivoluzionato il linguaggio artistico dopo la lezione degli informali Burri e Fontana. L’arte contemporanea italiana di oggi nasce in quegli anni e sarebbe giusto che venisse ristabilita una verità storica: gli italiani non erano da meno degli americani e la loro ricerca è tuttora di primissimo piano. E occorre ancora fare ancora un lavoro importante su tutti gli anni Ottanta e Novanta. Il Macro a Roma e qualche altra istituzione hanno provato a fare un lavoro in questo senso, ma i risultati non sono sempre stati eccellenti.

Alberto Di Fabio al Chiostro del Bramante, Roma, 16 aprile 2013 – foto Sebastiano Luciano

Alberto Di Fabio al Chiostro del Bramante, Roma, 16 aprile 2013 – foto Sebastiano Luciano

Noi, con i Martedì Critici, abbiamo voluto tentare una mappatura, la più obiettiva possibile, sull’arte di qualità e di spessore prodotta in Italia dagli anni Sessanta ad oggi, facendola raccontare direttamente agli artisti in vita. Ciò che rimarrà di questo lavoro sarà un grande archivio per la memoria storica di questi anni sicuramente fragili, ma anche estremamente ricchi e vitali.

Dove stanno andando i Martedì Critici? Piani, sogni, sviluppi?

Nonostante la situazione del Paese, in qualche modo si va avanti. Tra i sogni vi è quello d’iniziare a invitare artisti internazionali, magari poco visti nelle istituzioni italiane. E poi, un giorno, portare l’evento anche all’estero. Mi sono arrivate delle proposte da New York e non è detto che prima o poi non accada. Un progetto già nel cassetto è quello di riuscire a pubblicare un catalogo/dvd che raccolga le immagini e le testimonianze critiche di chi ha vissuto in prima persona il clima degli incontri. Un ultimo sogno, infine, che potrebbe avverarsi presto, è quello di rendere i Martedì Critici fruibili ad un maggior numero di persone interessate, attraverso la tv. Ci sto lavorando da qualche tempo e forse siamo vicini. Ma si sa, siamo in Italia: il condizionale è d’obbligo!

Helga Marsala

http://www.artribune.com/2013/09/metti-un-martedi-sera-a-casa-di-alberto-dambruoso/

news

I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Bruno Di Marino

Antonio Presti

Martedì 25 Febbraio 2020 ore 19.00
Visionarea Art Space
Via della Conciliazione 4 – 00193 – Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Bruno di Martino

Gea Casolaro

Martedì 18 Febbraio 2020 ore 15.00
Accademia di Belle Arti di Roma
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Matteo Basilé

Giampaolo Abbondio

Martedì 4 Febbraio 2020 ore 19.00
Visionarea Art Space
Via della Conciliazione 4 – 00193 – Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Bruno Di Marino

Studio Azzurro

Martedì 28 Gennaio 2020 ore 19.00
Visionarea Art Space
Via della Conciliazione 4 – 00193 – Roma 

 

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Bruno Di Marino

Massimo Piersanti

Martedì 12 Novembre 2019 ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso, Bruno Di Marino e Lorenzo Canova

Ugo Nespolo

Martedì 5 Novembre 2019 ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Bruno Di Marino
con un intervento di Anita Calà

Stefano Cagol

Martedì 22 Ottobre 2019 ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Valentino Catricalà

Giorgio Fasol

Martedì 15 Ottobre 2019 ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Bruno Di Marino

Pablo Echaurren

Martedì 1 Ottobre 2019 ore 17.30
Accademia di Belle Arti di Roma
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Valentina Bernabei

Lamberto Teotino

Martedì 4 Giugno 2019 ore 17.30
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Costantino D’Orazio

Matteo Basilé

Martedì 28 Maggio 2019 ore 17.30
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Gabriele Simongini

Liliana Dematteis

Martedì 21 Maggio 2019 ore 17.30
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Anna D’Elia

Roberto Gramiccia

Martedì 14 Maggio 2019 ore 19.30
Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Gianluca Brogna

Maria Papadimitriou

Martedì 7 Aprile 2019 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

Lamberto Pignotti

23 aprile 2019, ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Giuseppe Garrera

Marina Paris

Martedì 2 Aprile 2019 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

Renato Barilli

Martedì 26 marzo 2019, ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Lorenzo Canova​

Luce Monachesi

Martedì 26 febbraio 2019, ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Flavia Malusardi

Alessandra e Valentina Bonomo

Martedì 12 Febbraio 2019 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Flavia Malusardi

Ibrahim Ahmed

Martedì 29 gennaio 2019 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Elena Giulia Abbiatici

Shady El Noshokaty

Martedì 22 gennaio 2019 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e e Valentino Catricalà

Miltos Manetas

Martedì 13 novembre 2018 ore 19.00

Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


Lotteria 

Il 20 novembre 2018 si terrà presso il Visionarea Art Space di via della Conciliazione 4 a Roma una lotteria a sostegno dell’Associazione culturale I Martedì Critici.  A partire dalle 19.00 verranno sorteggiate cento opere donate dagli artisti che hanno sposato la causa e dall’ideatore de I Martedì Critici Alberto Dambruoso.

Per partecipare basta scegliere un numero e fare un bonifico sul conto dell’Associazione culturale I Martedì Critici di 250 euro al seguente numero IBAN  IT55P0103003389000001179609.  Essendo l’Associazione cultura non a fini di lucro si dovrà indicare come causale:  donazione

Una volta effettuato il bonifico si può comunicare il numero scelto scrivendo al seguente indirizzo mail: info@imartedicritici.it

Per informazioni sulle opere che verranno estratte potete inviare mail allo stesso indirizzo o chiamare il seguente numero: 339 7535051

Le opere potranno essere viste a partire dal 19 novembre alle ore 17.30 e fino alle ore 20.00 presso il Visionarea Art Space di Via della Conciliazione n. 4


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Annalisa Ferraro

Stefania Miscetti

Martedì 9 ottobre 2018 ore 19.00
Visionarea Art Space

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso, Lorenzo Canova ed Helga Marsala

Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

NICOLA VERLATO

5 giugno 2018, ore 18.00
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Annalisa Ferraro

Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

GIOACCHINO PONTRELLI

29 Maggio 2018, ore 18.00
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

Markus Redl

15 Maggio 2018, ore 19.00
Art Forum Würth Capena
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti, (gradita conferma di partecipazione entro GIOVEDÌ 10 MAGGIO 2018, a questo link)

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Annalisa Ferraro

Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

DANILO ECCHER

24 aprile 2018, ore 18.00
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

IGINIO DE LUCA

17 aprile 2018, ore 18.00
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

Introduce Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma

PEPPE MORA

7 novembre 2017, ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

FULVIO DI PIAZZA

31 ottobre 2017, ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

FRANCESCO DE GRANDI

24 ottobre 2017, ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Lorenzo Canova

MEMMO MANCINI

17 ottobre 2017, ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

MIRCEA CANTOR

10 ottobre 2017, ore 18.30
Accademia di Belle Arti di Roma
via di Ripetta, 222
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

HERMANN NITSCH

3 ottobre 2017, ore 19.00
Art Forum Würth Capena
INFO PUBBLICO: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


Martedì 3 ottobre alle ore 19.00 si terrà il secondo stagionale de I Martedì Critici al Centro Würth di Capena (Roma) con ospite della serata l’artista austriaco Hermann Nitsch.

I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso  e Paolo Sabbatini

MOATAZ NASR

martedì 26 settembre 2017, ore 19.00

Istituto Italiano di Cultura Il Cairo 3, El Sheikh El Marsafi St. Zamalek – Cairo

INFO PUBBLICO: ingresso su invito

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso  e Helga Marsala

MARIA MORGANTI

martedì 26 maggio 2017, ore 19.30

Real Academia de España en Roma​
Tempietto del Bramante

INFO PUBBLICO
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso  e Francesco Careri

JORDI COLOMER

martedì 16 maggio 2017, ore 19.30

Real Academia de España en Roma​
Tempietto del Bramante

INFO PUBBLICO
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


Mostra

“Arriaca”

Simone Pellegrini – Jorge Mayet

naugurazione: 17 maggio 2017, ore 18.30
Montoro12 Contemporary Art
Via di Montoro 12, 00186 Roma

La mostra di Simone Pellegrini è curata da Alberto Dambruoso​

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso  e Guglielmo Gigliotti

ITALO TOMASSONI

martedì 9 maggio 2017, ore 19.30

Real Academia de España en Roma​
Tempietto del Bramante

INFO PUBBLICO
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Anna Cestelli Guidi

ANTONI MUNTADAS

martedì 02 maggio 2017, ore 19.30

Real Academia de España en Roma​
Tempietto del Bramante

INFO PUBBLICO
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Italo Tomassoni

ARON DEMETZ

martedì 11 aprile 2017, ore 19.00

Istituto Italiano Cultura Il Cairo

3, El Sheikh El Marsafi St. Zamalek – Cairo

INGRESSO SOLO SU PRENOTAZIONE FINO A ESAURIMENTO POSTI
Per prenotare: iiccairo@esteri.it

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici in mostra

ANNI Zero – 2017. Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità artistica

seconda parte

a cura di Alberto Dambruoso

dal 7 al 23 febbraio 2017

Temple University Rome, Roma

opening martedì 7 febbraio ore 19


Sette anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.

Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.

Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Cinque mostre, quattro delle quali già ospitate negli spazi della Temple University Rome, stanno presentando un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 al 2016. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.

Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Dopo i primi quattro appuntamenti, che hanno attraversato gli anni ’60,’70, ’80, ’90 e anni Zero, un ultimo appuntamento viene racchiuso nel titolo “Anni Zero – 2017. Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità”, con opere di Paolo Angelosanto, Angelo Bellobono, Simone Bertugno, Alessandro Bulgini, Danilo Bucchi, Lucilla Catania, Octavio Floreal, Raul Gabriel, Riccardo Murelli, Giacinto Occhionero, Daniela Perego, Luana Perilli, Lucio Perone, Peppe Perone, Donato Piccolo, Daniele Puppi, Pietro Ruffo, Delphine Valli e Antonello Viola.

Nel corso dell’inaugurazione verrà presentato il gemellaggio tra le Associazioni culturali I Martedì Critici e Hidalgo Associazione culturale che si sono recentemente unite al fine di promuovere congiuntamente iniziative culturali in Italia.

Associazione culturale I Martedì Critici
tel. +39 339 7535051
info@imartedicritici.it
www.imartedicritici.com
Temple University Roma
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15
orari di apertura:
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00
tel. 06 3202808
Per ulteriori informazioni:
Shara Wasserman
Direttrice, Gallery of Art
tel. + 39 347 7436067
Media partners: Marica Messa
Sponsor: Spedart

Segui l’evento sulla pagina ufficiale de I Martedì Critici su Facebook!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Italo Tomassoni

CARLO MARIA MARIANI

martedì 06 dicembre 2016, ore 18.30

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale,

Sala Aldo Moro

Piazzale della Farnesina, 1, Roma

INGRESSO SOLO SU PRENOTAZIONE FINO A ESAURIMENTO POSTI
Per prenotare clicca qui

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici in mostra

ANNI Zero – 2016.

Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità artistica

Prima parte

 a cura di Alberto Dambruoso

dal 8 novembre al 1 dicembre 2016

Temple University, Roma

opening martedì 8 novembre ore 19

Sei anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.

Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.

Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Cinque mostre, quattro delle quali già ospitate negli spazi della Temple University Rome, stanno presentando un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 al 2016. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.

Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Dopo i primi quattro appuntamenti, che hanno attraversato gli anni ’60,’70, ’80 ,’90 e anni Zero, un ultimo appuntamento viene racchiuso nel titolo “Anni Zero – 2016. Pittura, video, scultura, fotografia, performance, installazione. L’aspetto multidisciplinare della contemporaneità”,con opere di Manfredi Beninati,  Antonio Biasiucci, Francesco Cervelli, Alberto Di Fabio, Mauro Di Silvestre, Flavio Favelli,  Goldshmied & Chiari, Andrea Mastrovito, Matteo Montani, Alessandro Piangiamore, Simone Pellegrini, Federico Pietrella, Roberto Pietrosanti, Giuseppe Pietroniro, Pierluigi Pusole,  Bernardi Roig, Arcangelo Sassolino.

Associazione culturale I Martedì Critici
tel. +39 339 7535051
info@imartedicritici.it
www.imartedicritici.com
Temple University Roma
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15
orari di apertura:
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00
tel. 06 3202808
Per ulteriori informazioni:
Shara Wasserman
Direttrice, Gallery of Art
tel. + 39 347 7436067
Media partners: Marica Messa
Sponsor: Spedart

Segui l’evento sulla pagina ufficiale de I Martedì Critici su Facebook!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Gianluca Brogna

RENZOGALLO

martedì 20 ottobre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Marco Di Capua

MARIA TERESA BENEDETTI

martedì 18 ottobre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Gianluca Brogna

LUCA ROSSI

martedì 11 ottobre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

ANTONIO PAOLUCCI

martedì 04 ottobre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Roberto Gramiccia

LUCILLA CATANIA

martedì 27 settembre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso ed Marco di Capua

ACHILLE PACE

martedì 20 settembre 2016, ore 18.30

Accademia di Belle Arti di Roma

via di Ripetta, 222

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso ed Helga Marsala

ALESSANDRO PIANGIAMORE

martedì 31 maggio 2016, ore 19.30

TEMPIETTO DEL BRAMANTE al Gianicolo, Piazza San Pietro in Montorio, 3, Roma

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Lorenzo Canova

CARLOS GARAICOA

martedì 24 maggio 2016, ore 19.30

TEMPIETTO DEL BRAMANTE al Gianicolo, Piazza San Pietro in Montorio, 3, Roma

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Sara De Chiara

FERRAN  BARENBLIT

martedì 17 maggio 2016, ore 19.30

TEMPIETTO DEL BRAMANTE al Gianicolo, Piazza San Pietro in Montorio, 3, Roma

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

PIERLUIGI PUSOLE

martedì 10 maggio 2015, ore 19.00

TEMPIETTO DEL BRAMANTE al Gianicolo

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

FEDERICO PIETRELLA

martedì 03 maggio 2015, ore 17.30

MACRO, via Nizza, 138 – Sala Cinema

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

GIORGIO GRIFFA

martedì 26 aprile 2015, ore 18.00

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Piazzale della Farnesina, 1, Roma

INGRESSO INGRESSO SOLO SU PRENOTAZIONE FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguirà vin d’honneur e visita della Collezione di arte contemporanea alla Farnesina

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!

È anche possibile prenotarsi a partire dal 20 aprile 2016 sul sito web della Farnesina: www.esteri.it


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti

CONCETTO POZZATI

martedì 19 aprile 2015, ore 17.30
MACRO, via Nizza, 138 – Sala Cinema

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


 STREET ART E ARTE PUBBLICA
RIGENERARE LE PERIFERIE URBANE

a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala
introduce Tiziana D’Acchille, Direttore Accademia di Belle Arti di Roma

12 aprile 2016, ore 17.30

Accademia di Belle Arti di Roma,

Aula Magna
Via Di Ripetta 222, Roma

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso e Claudio Crescentini

NINÌ SANTORO

martedì 05 aprile 2016, ore 17.30
MACRO -Museo d’Arte Contemporanea, via Nizza 138 – Sala Cinema

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici in mostra
ANNI ’90/Zero. Narrazioni, alterazioni, contaminazioni: dentro e oltre il reale

a cura di Alberto Dambruoso e Helga Marsala

Inaugurazione:
il 16 Febbraio, ore 19.00
Gallery of Art at Temple University Rome

dal 16 Febbraio al 4 Marzo 2016

Gallery of Art at Temple University Rome
Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15, 00196, Roma
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00
info: 06.3202808

Cinque anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.

Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.

Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Quattro mostre, ospitate negli spazi della Temple University di Roma, stanno presentando un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 al 2015. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.

Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Dopo i primi tre appuntamenti, che hanno attraversato gli anni ’60,’70, ’80 e ‘90, un penultimo appuntamento viene racchiuso nel titolo “ANNI ’90/Zero. Narrazioni, distorsioni, contaminazioni: dentro e oltre il reale”, con opere di Bianco-Valente, Botto e Bruno, Loris Cecchini, Marco Colazzo, Maurizio Donzelli, Paolo Grassino, Piero Mottola, Marco Neri, Adrian Paci, Claudia Peill, Perino e Vele, Cristiano Pintaldi, Andrea Salvino, Sandro Sanna, Maurizio Savini.

Se c’è una prima caratteristica che balza all’occhio, osservando quegli artisti affermatisi tra gli anni ’90 e gli anni Zero, si tratta forse della progressiva attitudine a procedere in solitudine, oltre le logiche comunitarie. La progettualità condivisa, come orizzonte  umano e creativo, perde la sua naturale urgenza: non si scrivono più manifesti, nascono sempre meno gruppi, non emergono più movimenti solidi e riconoscibili. Dopo l’esperienza di Lazzaro Palazzi, è giusto il Progetto Oreste (1997- 2001) a tenere viva – in una chiave aperta, fluida, digitale e dinamica – l’idea di collaborazione ed esperienza comune. Con una modalità inedita, estesa e plurale, oltre i luoghi specifici e le identità chiuse. Sono del resto gli anni di Luther Blisset e della rivoluzione informatica.

In questo scenario, tra solipsismi emergenti e vecchi codici che resistono (una su tutti la decisiva influenza dell’Arte Povera), la linea italiana fa fatica a produrre nuove specificità e a conquistare autorevolezza internazionale: una situazione destinata a perdurare. E intano si intrecciano in maniera indifferenziata i linguaggi, gli approcci, i medium, tra pittura e scultura di matrice figurativa, video arte sempre più sofisticata, fascinazione per i nuovi media, direzioni politico-sociali, formule narrative, alterazioni di spazi di natura e architettura.

Così convivono, ad esempio, la figurazione pop, variopinta e frammentata di Marco Colazzo e le strutture abitative di Marco Neri, affidate a una sintesi pittorica radicale; le pagine di cronaca riportate su tela da Andrea Salvino, con il suo realismo pregno di memorie ideologiche e suggestioni sociologiche, e gli scampoli mediatici restituiti da Cristiano Pintaldi, con le sue armonie di pixel in forma di volti immateriali; fino a ricerche come quella di Maurizio Donzelli, rivolte a un’astrazione che gioca con la luce, la trasfigurazione delle forme e la natura del colore.

La pittura si intreccia invece alla fotografia per Claudia Peill, nelle sue elaborazioni di oggetti qualunque, tramutati in reperti poetici, mentre per Botto e Bruno foto e lightbox sono spazi di indagine estetica intorno alle tribù metropolitane, agli spazi urbani e al lifestyle delle periferie. Una chiara presa sul reale connota anche il lavoro di Bianco Valente, ma in una veste tecnologica e visionaria: video, foto e installazioni si vestono di luci lisergiche, atmosfere oniriche, crossing mediatici ed emozionali. L’interattività e l’immaterialità sono centrali anche nel lavoro di Piero Mottola, artefice di tecno-trasmutazioni tra suono, gesto, forma e spazio, mentre per Loris Cecchini la consistenza dell’oggetto e la flessibilità di materiali contemporanei dominamo sorprendenti metamorfosi fisiche, in seno al quotidiano. Così è anche per Perino e Vele, maghi della cartapesta, collezionisti di oggetti come tracce inerti, oscure e manipolate, oppure per Paolo Grassino, anche lui sedotto dalla potenza del nero e della materia opaca, tra animali oversize e concrezioni biomorfe.

A incarnare il filone concettuale e relazionale, racchiudendo una gamma estesa di linguaggi, c’è infine Adrian Paci, con le sue esplorazioni tra storia, antropologia, dinamiche esistenziali e codici culturali.

segui l’evento sulla Pagina Facebook de I Martedì Critici!


 Presentazione del volume:

“I Martedì Critici 2010-2015. La parola all’arte”, Maretti Editore

Sabato 30 Gennaio 2016

Art Fiera Bologna, Sala Melodia, ore 14.30

Questo volume racconta la storia dei primi cinque anni di attività de I Martedì Critici, un progetto di divulgazione e approfondimento sui temi della contemporaneità artistica, attuato attraverso la formula dell’intervista pubblica condotta ogni martedì da critici d’arte a una figura di primo piano del panorama artistico nazionale e internazionale.

Il progetto, unico nel suo genere in Italia, è nato cinque anni fa nello studio/abitazione a Roma del critico d’arte Alberto Dambruoso, che ha condotto gli incontri negli anni insieme ad altri colleghi (Di Veroli, Tonelli, De Chiara, Pezzato, Bazzini e Gigliotti) ed è approdato, nel giro di qualche anno, in alcuni dei maggiori musei del nostro Paese, quali il MAXXI e il MACRO a Roma, il Museo Pecci a Milano e il MADRE a Napoli.

Il libro si divide in due sezioni. Nella prima sono raccolte le testimonianze dei critici che insieme a Dambruoso hanno condotto gli incontri dal 2010 al 2015, seguite dalle testimonianze di coloro che hanno partecipato alle serate, la maggioranza rappresentata da storici e da critici d’arte, ma dove figurano anche direttori di Museo,  direttori di riviste di settore e di importanti galleristi, come Fabio Sargentini. Questa prima parte si conclude con una poesia che Maurizio Calvesi ha voluto dedicare all’ideatore degli incontri.

La seconda sezione è dedicata ai centotrentatré ospiti delle serate, presentati nei cinque anni di attività. Si tratta prevalentemente di artisti, ma anche galleristi, storici dell’arte e critici. Disposti in ordine cronologico di partecipazione agli incontri, a ognuno di loro sono state riservate due pagine, contenenti o il comunicato stampa dell’evento o gli articoli scritti da Helga Marsala e pubblicati su “Artribune”, media partner del progetto dal 2011, insieme a fotografie scattate in occasione della serata e a  ritratti e immagini di opere con cui gli artisti hanno scelto di presentarsi ai lettori.

Il volume è accompagnato da due DVD, prodotti grazie al contributo di “Cortoartecircuito” di Beatrice Bulgari.

Il primo raccoglie i video inediti del primo anno di attività (2010) svoltosi nella casa/studio di Dambruoso a Roma a Colle Oppio. Nonostante la qualità dei filmati, per il carattere di sperimentazione del progetto nel suo primo anno di attività, non sia eccellente, si è scelto d’inserirli ugualmente nel DVD, così da trasmettere la testimonianza di alcuni incontri memorabili, come quelli con Renato Mambor e Cesare Tacchi, due dei principali protagonisti della “Scuola romana” degli anni Sessanta che ci hanno lasciato di recente.

Il secondo raccoglie un montaggio di centoventi minuti di brevi sequenze tratte da tutti i video degli incontri tenutisi tra il 2011 e il 2015. La selezione è avvenuta estrapolando un momento saliente della conversazione in cui il protagonista esprime un concetto essenziale inerente alla propria opera, oppure dà una personale definizione dell’arte o ancora tratta di temi e problematiche nodali dell’arte contemporanea.

Il volume “I Martedì Critici – 2010/2015 – La parola all’Arte” Maretti Editore

è acquistabile online!


 Presentazione del libro: “I Martedì Critici – 2010/2015 – La Parola all’Arte” Maretti Editore

Martedì 15 Dicembre 2015

h. 18.00

Accademia di Belle Arti di Roma

sede di via Ripetta, Piazza Ferro di Cavallo, 3, Aula Magna

ingresso libero fino a esaurimento posti

Vi aspettiamo! 🙂

Il libro è acquistabile online: QUI

Aprirà l’evento Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma, con il supporto dell’organizzatore, il Docente di Sound Design dell’Accademia di Belle Arti di Roma, Piero Mottola, a seguire gli interventi di: Giovanni Albanese, Stefano Di Stasio, Giuseppe Gallo, Paola Gandolfi, Guglielmo Gigliotti, Gianfranco Gorgoni, Felice Levini, H. H. Lim, Giancarlo Limoni, Sergio Lombardo, Helga Marsala, Vittorio Messina, Gianfranco Notargiacomo, Luca Maria Patella, Donato Piccolo, Giuseppe Salvatori.

segui l’evento sulla Pagina Facebook de I Martedì Critici


L’ARTE PUBBLICA E IL CASO MARULLA A COSENZA

martedì 3 novembre 2015, ore 17.30

MACRO via Reggio Emilia, 54 – Sala Cinema

a cura di Alberto Dambruoso, Lorenzo Canova, Marco Di Capua, Guglielmo Gigliotti, Helga Marsala

 INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici

a cura di Alberto Dambruoso Lorenzo Canova e Sara De Chiara

MANFREDI BENINATI

martedì 27 ottobre 2015, ore 17.30
MACRO, via Nizza – Sala Cinema

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguici sulla pagina Facebook dell’evento!


I Martedì Critici
a cura di Alberto Dambruoso e Marco Di Capua

FRANZ PALUDETTO

martedì 20 ottobre 2015, ore 18.30
MACRO, via Nizza – Sala Cinema

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Ospite del quarto appuntamento, promosso in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è Franz Paludetto (Oderzo, 1938).


Pierluigi Pusole, annullato

L’intervista all’artista Pierluigi Pusole di martedì 13 Ottobre 2015 è purtroppo annullata per motivi di salute dell’artista. Daremo notizia nel caso riuscissimo a riprogrammare l’evento. Per gli aggiornamenti seguiteci sulla nostra pagina Facebook.


 I Martedì Critici in mostra
ANNI ’60 e ’70. Al di là dell’arte e dentro la vita

a cura di Alberto Dambruoso, Guglielmo Gigliotti, Helga Marsala
dal 7 ottobre al 5 novembre 2015
Temple University, Roma
opening: mercoledì 7 ottobre ore 19.00

Quattro mostre, ospitate negli spazi della Temple University di Roma, accoglieranno un’ampia selezione degli artisti che hanno preso parte agli incontri, dal 2010 a oggi. Una maniera per continuare a discutere d’arte contemporanea, sostituendo le opere alle parole.Suddivise per segmenti generazionali, le collettive si svilupperanno dagli anni ’60 fino ai nostri giorni, presentando opere significative e rappresentative di ogni epoca, fra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e video.

Il primo appuntamento, ANNI ’60 e ’70.
Al di là dell’arte e dentro la vita, include opere di Nanni BalestriniGianfranco Baruchello, @Nicola Carrino, Giosetta Fioronii, @Marco Gastini, @Paolo Icaro, Sergio LombardoJoseph KosuthRenato MamborMaurizio Mochetti, Gianfranco Notargiacomo, Luigi OntaniLuca Maria PatellaMichelangelo Pistoletto, Mauro Staccioli, @Cesare Tacchi, @Claudio Verna.

Tutti nomi importanti, che hanno definito l’articolato milieu estetico e culturale di un periodo cruciale, in cui l’arte si intrecciava con l’esistenza lungo direzioni nuove ed eterogenee: politica, filosofia, essenza e declinazioni del linguaggio, antropologia, relazioni sociali, natura, architettura, fino ad arrivare, dopo e durante il grande exploit concettuale, a una riflessione analitica sulla pratica pittorica pura e sulla natura fisica del dipinto, fra spazio, tempo e materia. Un paesaggio complesso e variegato, incarnato nel lavoro di alcuni maestri italiani, per una breve sintesi espositiva legata a filo doppio all’esperienza de I Martedì Critici.

Cinque anni fa, nel febbraio del 2010, nascevano a Roma I Martedì Critici. Ideato da Alberto Dambruoso e inizialmente ambientato nel suo studio a Colle Oppio, questo ciclo di incontri con artisti, introdotti dalla voce di due critici, è cresciuto nel tempo, ha cambiato pelle e molte sedi istituzionali, ha ampliato il suo format, ma è rimasto fedele allo spirito originario: parlarsi, dinanzi a un pubblico, dando spazio al racconto, al pensiero, all’analisi, alla letture di opere, movimenti, biografie, ispirazioni.
Nel 2015, per celebrare questo primo quinquennio, è stato pubblicato un volume, edito da Maretti, accompagnato da due dvd: l’archivio completo di centinaia di appuntamenti con artisti, ma non solo. Critici, storici dell’arte, architetti e galleristi, anno dopo anno, hanno incontrato Dambruoso e i suoi partner sul palco de I Martedì Critici, fra musei e spazi monumentali di Roma, Milano, Napoli.
Sulla web tv di Artribune, intanto, veniva pubblicata con cadenza regolare la documentazione di tutti i talk.
Ultimo tassello di questa celebrazione è il progetto espositivo. Non Mancate!

evento sulla Pagina Facebook de I Martedì Critici

Temple University Rome, Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15 orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 19.00
sabato e domenica su appuntamento
tel. 06 3202808
Sponsor:
Spedart Srl
Media Partners:
ARTRIBUNE
Art Andsocialmedia

I Martedì Critici: ospite Francesco Nucci

Francesco Nucci, 06 ottobre 2015, h. 18.30, La Quadriennale di Roma, Villa Carpegna, Circonvallazione Aurelia 72

Martedì 6 ottobre  2015 avrà luogo il terzo appuntamento della stagione autunnale de “I Martedì Critici”, gli incontri con i protagonisti della scena contemporanea, ormai giunti al sesto anno di attività.

Ospite del terzo appuntamento, organizzato in collaborazione con La Quadriennale di Roma e curato da Alberto Dambruoso e Marco Di Capua, è Francesco  Nucci, fondatore e presidente della Fondazione VOLUME!.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

non mancate!


Settembre 2015 riprende con I Martedì Critici: ecco le prime due date, 22 e 29

Dopo la pausa estiva, I Martedì Critici riprendono la propria attività rinnovandosi.

Gli incontri della stagione autunnale prevedono la partecipazione di numerosi artisti internazionali attivi a Roma, oltre agli italiani, e si svolgeranno in diverse sedi, a partire dal suggestivo Tempietto del Bramante sul Gianicolo.

Gli incontri successivi avranno luogo:

il 29 settembre alla Temple Gallery, Roma;

il 6 e il 13 ottobre presso La Quadriennale di Roma;

il 20 e il 27 ottobre al MACRO di via Nizza, Roma.

Ad affiancare Alberto Dambruoso nella conduzione delle interviste, si avvicenderanno interlocutori di volta in volta diversi, tra cui Guglielmo Gigliotti, Shara Wasserman, Lorenzo Canova, Marco Di Capua, Sara De Chiara.

La nuova stagione si apre martedì 22 settembre, alle 18.30 in collaborazione con la Real Academia de España en Roma, (piazza San Pietro in Montorio, 3 al Gianicolo) con l’appuntamento dedicato a Bernardí Roig (Palma de Mallorca, 1965).

Mentre martedì 29 settembre, alle 18.30, sarà ospite Jonathan VanDyke, alla Temple Gallery di Roma, Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15.

Seguiteci sulla nostra Pagina Facebook per gli aggiornamenti!


Presentazione del libro: “I Martedì Critici – 2010/2015 – La Parola all’Arte” Maretti Editore

Martedì 9 giugno 2015

h. 17.30

Museo Macro, via Nizza 138, Roma

Sala Cinema

ingresso libero fino a esaurimento posti

Vi aspettiamo! 🙂

Il libro è già acquistabile online: QUI


La Grande Asta a sostegno de I Martedì Critici, edizione III

Gli artisti e i galleristi ospiti de I Martedì Critici a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti, donano un’opera per sostenere gli incontri con le parole e il pensiero degli artisti.

Giovedì 28 maggio 2015, ore 19.00

Temple GalleryLungotevere Arnaldo da Brescia 15, Roma

Preview: martedì 26 (11:00 – 19:00), mercoledì 27 (11:00 – 19:00) e giovedì 28 (11:00 – 18:00)

Opere di: Giovanni Albanese, Roberto Almagno, Nanni Balestrini, Massimo Bartolini, Bizhan Bassiri, Angelo Bellobono, Simone Bertugno, Antonio Biasiucci, Danilo Bucchi, Alessandro Bulgini, Nicola Carrino, Marco Cingolani, Vittorio Corsini, Gabriele Di Matteo, Mehran Elminia, Octavio Floreal, Raul Gabriel, Marco Gastini, Robert Gligorov, Paolo Icaro, Emilio Isgrò, Mimmo Jodice, Giancarlo Limoni, Andrea Mastrovito, Vittorio Messina, Giuseppe Modica, Claudio Palmieri, Marina Paris, Lucio Perone, Peppe Perone, Beverly Pepper, Cesare Pietroiusti, Giuseppe Pietroniro, Cristiano Pintaldi, Sergio Ragalzi, Antonio Riello, Sandro Sanna, Giuseppe Spagnulo, Massimo Uberti e dei galleristi Fabio Sargentini, Emilio Mazzoli, Massimo Minini e Alfonso Artiaco.

Battitore d’asta è Giovanni Albanese.

L’asta alla Temple Gallery costituirà anche una sorta di preview del ciclo di mostre sulla quinquennale attività de I Martedì Critici che verranno ospitate negli spazi espositivi dell’Università americana a partire dal prossimo ottobre 2015 e fino al 2016, di cui vi daremo maggiori informazioni nei prossimi giorni.

Rinfresco offerto da Terra dei Sapori, Azienda Agricola con sede a Trevignano.

Si ringraziano Spedart e la Temple University Rome per la preziosa collaborazione.

Scarica il CATALOGO DELL’ASTA:

Catalogo Opere La Grande Asta III I Martedì Critici

Per INFO:
ASSOCIAZIONE CULTURALE I MARTEDI CRITICI
Tel. +39 339 7535051
info@imartedicritici.it

Riprendono gli appuntamenti de I Martedì Critici, a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti, nel mese di Maggio 2015, dove saremo ospiti del Museo Macro di Roma, (via Nizza 138, Roma, Sala Cinema) sempre con il consueto format ad ingresso libero fino a esaurimento posti.

Anche per questo ciclo avremo la collaborazione del nostro storico media partner Artribune, della rivista EQUIPèCO e social media e web partner Art and Social Media;  grazie alla sponsorizzazione di Spedart e Terra di Sapori e di Saperi, al supporto fotografico di  Sebastiano Luciano e la grafica di Alessandro Palmigiani.

Calendario incontri I Martedì Critici di Maggio 2015:

martedì 12 Maggio 2015, Museo Macro, Roma, h. 17.30: Roberto Almagno

martedì 19 Maggio 2015, Museo Macro, Roma, h. 17.30: Simona Marchini

martedì 26 Maggio 2015 , Museo Macro, Roma, h.17.30: Giuseppe Pietroniro

Vi aspettiamo!


Venerdì 8 Maggio, 2015  alle ore 9.30

Venezia, Isola di San Servolo, Sala Teatro.

Convegno

GLI STATI GENERALI DELLA CRITICA D’ARTE

organizzato dall’associazione culturale I Martedì Critici

dalle h. 9.30 alle h. 19.30

Ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti

Cambia il mondo e con esso cambia il mondo dell’arte: può non cambiare la critica d’arte? E poi: quale critica d’arte? La giornata di studi veneziana intende mettere a fuoco alcune problematiche inerenti la natura, la necessità e l’attualità della critica d’arte oggi nonché gli aspetti formativi e i rapporti intrattenuti con il mondo dell’arte, dai musei alle gallerie, dalla carta stampata al web.

In occasione della 56a Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, il Collegio Internazionale Cà Foscari e San Servolo Servizi d’intesa con la Provincia di Venezia propongono quattro momenti di studio. Gli incontri intendono individuare e approfondire le relazioni esistenti tra líarte e le suggestioni che giungono dalla realtà contemporanea. La critica, i videogame, la musica, la competenza. Quattro chiavi di lettura proposte da quattro istituzioni impegnate su questi fronti con il supporto degli studenti del Collegio Internazionale Cà Foscari che ha sede a San Servolo.

Al termine del convegno

dalle h. 18.00  alle h. 19.00

Presentazione del libro:

I Martedì Critici 2010/2015 – La parola all’arte, edito da Maretti Editore

con la presenza degli autori. Sarà anche possibile vedere la proiezione integrale dei video-report di alcuni tra i più importanti artisti intervistati a I Martedì Critici. In programma i video di Joseph Kosuth, Jannis Kounellis, Mimmo Jodice,  Nunzio, Luigi Ontani, Gianfranco Baruchello, Renato Mambor e altri.

acquista il libro

Scarica il programma.

per info:

San Servolo Servizi

tel. 041.2765001

sanservolo.provincia.venezia.it unive.it/collegiointernazionale

Si ringrazia:

San Servolo Servizi

Collegio Internazionale San Servolo

Ive Iniziative Venete

Coop Culture


Riprendono gli appuntamenti de I Martedì Critici, giunti al sesto anno di attività. Le prime tre date, a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti, ci vedono ospiti del Museo Maxxi di Roma, con la collaborazione come media partner di Artribune ed EQUIPèCO, social media e web partner Art and Social Media e con la sponsorizzazione di Spedart.

In elenco i prossimi appuntamenti, save the date!

Calendario incontri I Martedì Critici di Aprile 2015:

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Nicola Carrino: martedì 14 Aprile, Museo Maxxi, Roma,

Museo MAXXI B.A.S.E.

Via Guido Reni, 4A, 00196 Roma

Sala Graziella Lonardi Buontempo

h. 18.00

Mario Pieroni: martedì 21 Aprile, Museo Maxxi, Roma,

Museo MAXXI B.A.S.E.

Via Guido Reni, 4A, 00196 Roma

Sala Graziella Lonardi Buontempo

h. 18.00

Franco Purini: martedì 28 Aprile, Museo Maxxi, Roma,

Museo MAXXI B.A.S.E.

Via Guido Reni, 4A, 00196 Roma

Sala Graziella Lonardi Buontempo

h. 18.00


Conclusa la tappa napoletana, I Martedì Critici ritorneranno a Roma in primavera. Sono in programma  e in via di definizione, tra Aprile e Maggio,  otto appuntamenti tra il Museo MAXXI e il Museo MACRO.


Gli incontri napoletano si sono conclusi il 24 febbraio scorso con al serata dedicata ad ANGELA VETTESE.


Il 10 febbraio è stata la volta di un altro celebre gallerista italiano MASSIMO MININI mentre il 17 febbraio  protagonista è stata la fotografia con ANTONIO BIASIUCCI.


Gli appuntamenti de I Martedì Critici sono ricominciati lo scorso 3  febbraio 2015 al Museo MADRE di Napoli con l’incontro dedicato al grande gallerista  ALFONSO ARTIACO.